Telegram

La Polizia Ferroviaria impegnata servizi in servizi di carattere preventivo e repressivo

polfer_polizia_ferroviaria
La Polizia Ferroviaria della provincia di Udine nelle giornate del 14 e 15 marzo 2017 è stata impegnata in mirati servizi di carattere preventivo e repressivo contro i fenomeni criminosi maggiormente diffusi in ambito ferroviario con particolare riferimento al fenomeno delle aggressioni contro il personale ferroviario, i passeggeri e gli operatori di polizia e il contrasto all’immigrazione clandestina. Inoltre, sono stati effettuati specifici controlli presso n. 5 depositi di materiale ferroso e linee ferroviarie maggiormente colpite dai furti. In tali servizi sono stati impiegati 44 Agenti della Sezione Polizia Ferroviaria di Udine e dei Posti Polfer di Tarvisio, Gemona e Cervignano, che hanno controllato complessivamente 19 stazioni ferroviarie e siti sensibili, n. 82 treni, n. 30 veicoli, identificando 34 persone, tra cui un connazionale che verrà deferito in stato libertà alla competente A.G. e segnalato al Tribunale di Sorveglianza per inosservanza prescrizioni relative alla sorveglianza speciale. Nel corso dell’attività posta in essere al fine di contrastare il fenomeno all’immigrazione clandestina venivano rintracciati a bordo dei convogli ferroviari n. 4 cittadini di minore età che al termine degli accertamenti sono stati affidati a istituti cittadini, oltre a n.3 cittadini extracomunitari, che verranno segnalati alla competente A.G. per reati connessi alle norme sull’immigrazione oltre che deferiti per avere attestato false generalità all’atto del controllo di polizia

facebook
1.152