Bearzi

poetry
Udine – Dopo il successo del Premio Oscar Departures, la friulana Tucker Film porta sugli schermi di tutta Italia Poetry di Lee Chang-dong. Da venerdi? 1 aprile, infatti, la pellicola raggiungera? le sale di Udine, Pordenone, Padova, Venezia, Vicenza, Bologna, Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Piacenza, Faenza, Ravenna, Rimini, Torino, Milano, Mantova, Bergamo, Genova, Roma, Napoli e Bari.
La pellicola coreana che nel 2010 ha vinto la Palma d’Oro a Cannes per la migliore sceneggiatura, approdera? sugli schermi italiani forte di una manciata di prestigiosi riconoscimenti conquistati di recente: dall’Asian Film Award di Hong Kong, l’Oscar orientale ricevuto per regia e sceneggiatura, ai Gran Prix Le Regard d’Or e Premio Fipresci di Friburgo.
Dopo aver entusiasmato le platee dei piu? importanti festival internazionali, dunque, la pellicola del regista di Oasis – Leone d’Oro e Coppa Volpi per la migliore attrice alla Mostra di Venezia 2002 – e di Secret Sunshine – migliore interpretazione femminile a Cannes 2007, ma anche miglior film e miglior regia agli Asian Film Awards 2008 – si appresta ad “incontrare” il pubblico italiano.
Il coreano Lee Chang-dong, noto non solo come uno degli autori piu? significativi e apprezzati del nuovo cinema asiatico, ma anche per il suo impegno dal 2003 al 2004 come ministro della Cultura coreana, racconta con Poetry la storia di Mija, una donna ormai matura che si ribella alla realta? con la ricerca della bellezza. A 66 anni vive col nipote, studente di liceo di una piccola citta? nella Corea del Sud. Mija e? eccentrica e piena di curiosita?. Il caso la porta a frequentare un corso di scrittura poetica e, per la prima volta nella sua vita, a scrivere una poesia. Mija cerca la bellezza anche nel suo ambiente, al quale fino ad allora, non aveva prestato troppa attenzione particolare. Ha l’impressione cosi? di scoprire cose che erano sempre state davanti ai suoi occhi. Ma il suo sogno di scrivere poesia deve fare i conti con una realta? dolorosa che si rifiuta di accettare, che immagina diversa e finisce per trasfigurare, forse per l’Alzheimer che la sta aggredendo.
La friulana Tucker Film e? la societa? di distribuzione che unisce il Centro Espressioni Cinematografiche di Udine (organizzatore del Far East Film) e Cinemazero di Pordenone. La sua attivita? si e? inaugurata nel 2008 con Rumore Bianco, il documentario poetico del sanvitese Alberto Fasulo. E’ quindi proseguita nel 2010 con il giapponese Departures di Takita Yojiro, una vera e propria avventura distributiva che le e? valso un successo straordinario di critica e pubblico.

facebook

Lascia un commento

540