Lanciate nella notte bottiglie incendiarie contro la sede di Cas’Aupa

Ieri notte quattro molotov sono state scagliate dentro allo stabile di via Val d’Aupa 2, casa di Arci Comitato Territoriale Udine e Pordenone, Cas’Aupa, Getup, Arcigay Friuli ODV, Arci Servizio Civile, Circolo, Arci Villaggio del Sole, Bloom, Caracoles, sede operativa di Arci CCFT.

L’incendio ha fatto molti danni, ma fortunatamente nessuno è rimasto ferito. L’edificio è sottoposto a sequestro. Al momento le forze dell’ordine stanno indagando per capire chi possa esserci dietro a questo gesto intimidatorio. Non è ancora stata resa nota una data per la riapertura

Il partito democratico di Udine esprime grande  preoccupazione per l’atto intimidatorio e intollerabile subito a Udine dal Circolo ARCI Cas’Aupa.
Esprimiamo solidarietà alle associate e associati del circolo, attivi in città, che non hanno mai fatto mancare presenza, cultura, arte e socialità nel quartiere presso il quale è attiva la sede delle associazioni Get Up, gruppo teatrale Ccft, Arcigay Friuli, tutti attivi a favore dell’esercizio del progresso culturale sul territorio cittadino ed extra cittadino.
Siamo certi che con la collaborazione delle forze dell’ordine si giungerà alla identificazione di chi ha organizzato un atto così grave e oltraggioso per la civiltà  democratica e pluralista della nostra città. 
Riteniamo che il fatto non debba essere sottovalutato e anzi debba essere preso in serissima considerazione con denuncia forte e unanime da parte di tutte le organizzazioni politiche e sociali udinesi.

Il Gruppo Consiliare del Patto per l’Autonomia esprime solidarietà e vicinanza alle volontarie e ai volontari delle associazioni culturali e sociali ospitate nell’edificio di via Val d’Aupa, a Udine, oggetto di un atto vandalico e intimidatorio avvenuto la notte scorsa. «Un gesto grave e vile, che va condannato con fermezza», commentano i consiglieri regionali Massimo Moretuzzo e Giampaolo Bidoli, auspicando la rapida individuazione dei responsabili del gesto.

923