Bearzi

Lignano, mare senza fine: la mostra itinerante della Cciaa di Udine


Dopo la mostra sulla Carnia, riparte da Lignano e con Lignano l’esposizione fotografica itinerante della Camera di Commercio di Udine, aperta ufficialmente questa mattina (martedì 14 agosto) con la visita inaugurale del presidente Giovanni Da Pozzo, con i fotografi stessi e alcuni rappresentanti di enti e istituzioni locali e regionali. L’esposizione, allestita in piazza del Sole (lato Ovest) a Pineta fino al 14 settembre, è patrocinata dal Comune e porta il titolo di “Lignano, mare senza fine”, riprendendo anche i temi, la grafica e il titolo stesso del Dvd che la Cciaa aveva realizzato nel 2009 e distribuito nelle principali occasioni di promozione in Italia e all’estero del turismo marittimo friulano. Progettata per essere disposta e ben visibile in luoghi esterni, la mostra dispone di una prima struttura di introduzione, dove vengono presentati il progetto e i quattro artisti fotografi che lo hanno reso possibile, cioè Gianfranco Angelico Benvenuto, Diego Cinello, Ulderica Da Pozzo e Paola Marsoni. Altre quattro strutture offrono ciascuna l’interpretazione che i singoli fotografi hanno dato di Lignano, accompagnate da testi in italiano e in inglese, per renderli fruibili anche agli ospiti esteri.Attraverso i loro speciali obiettivi, gli artisti interpretano il mare secondo la propria sensibilità, «come quattro prospettive, quattro punti cardinali – commenta il presidente Cciaa Giovanni Da Pozzo – da cui osservare le differenti inclinazioni delle onde, il luccichio dell’arenile sotto il sole, i colori e i silenzi riflessivi della natura e le voci allegre delle mille opportunità di vivere la nostra città di mare, intensamente e piacevolmente».
La Camera di Commercio di Udine «crede dunque nell’ulteriore potere che ha l’arte fotografica: raccontare in modo originale i segreti di un territorio e promuoverlo in una forma speciale», spiega ancora Da Pozzo. Perciò l’esposizione potrà essere veicolata in regione in occasione di grandi eventi o momenti particolari, con maggior richiamo di pubblico, e nelle regioni contermini. «Puntiamo a raggiunger dunque un duplice obiettivo – aggiunge il presidente Da Pozzo –: quello di promuovere una forma d’arte diretta e avvolgente come la fotografia a opera di artisti friulani di primario rilievo, e quello di promuovere la nostra città di mare, attraendo grazie a questi sguardi magici sempre nuovi visitatori e nuovi appassionati di Lignano, porta aperta sul nostro Friuli».

facebook

Lascia un commento

551