Martin Ordenana: racconto fotografico durante il lockdown a Udine. GUARDA LE FOTO

Un racconto fotografico di Martin Ordeñana nato dall’idea di ringraziare e aiutare le piccole attività e gli imprenditori che in questo delicato momento continuano a servirci con un sorriso negli occhi” oltre a diventare una preziosa “memoria fotografica” del periodo che stiamo vivendo.

Come ci ha cambiato il Covid-19? Come ha stravolto le nostre abitudini, le nostre città, i nostri paesi e le nostre case?
Fotografie realizzate in bianco e nero per immagini che ritraggono una Udine inedita, senza auto – di fatto un’immagine più suggestiva che mai, visto il traffico sostenuto che di solito la caratterizza – e la vita quotidiana in paese ai tempi del Covid-19. Ci sono i volontari della Protezione Civile, il Sindaco al servizio dei cittadini, la vigilanza privata, i negozianti, i privati a spasso con il cagnolino, tutte tracce di quella quotidianità bruscamente interrotta, spezzata, e poi trasformata, per certi versi rinata, dall’uso di mascherine e guanti, avvisi, limitazioni, isolamento, distanze di sicurezza, disinfezioni e disposizioni. E poi l’obiettivo della macchina fotografica cattura scene di ordinaria quotidianità a Tavagnacco, nei punti vendita di grandi catene, a Tricesimo, Reana del Rojale e Cassacco.

Un viaggio testimonianza di un momento difficile e storicamente determinante per il futuro di tutti. Immagini che resteranno a memoria di come una comunità si sia trasformata per affrontare e superare l’isolamento. Magari con il sorriso che, nella sua potente vitalità, spunta da sotto una mascherina e profuma di vita e voglia di andare avanti!

Vi proponiamo qui una selezione delle fotografie realizzate da
Martin Ordeñana, la gallery completa potete visualizzarla sul suo sito qui

I primi casi in Italia di Coronavirus risalgono al 21 febbraio 2020 e cominciano le prime misure di contenimento a partire da alcuni comuni del Nord. Con l’aggravarsi della situazione il 9 marzo viene decretato il lockdown nazionale. Passando da una graduale chiusura, di alcune attività commerciali per poi arrivare nei giorni successivi al fermo quasi totale delle attività produttive del paese con la campagna #iorestoacasa

Alcune delle immagini di questo progetto sono state realizzate durante i miei spostamenti per fare le spese necessarie portando sempre con me la mia amata fotocamera per documentare attraverso la mia visione, il momento particolare che stiamo vivendo.

1.004