Mosca rallenta i depositi agli exchange di criptovaluta per fermare gli acquisti impulsivi di BTC

La Banca centrale della Federazione Russa ha rivelato i piani per rallentare i pagamenti agli exchange di criptovalute nel tentativo di impedire ai cittadini russi di effettuare acquisti impulsivi di Bitcoin. La Banca centrale ha annunciato che è attualmente in trattative con molte delle banche del paese per convincerle a impedire ai cittadini di fare scelte finanziarie sbagliate acquistando incautamente criptovalute.

Durante un forum bancario internazionale, Sergey Shvetsov, il primo vice governatore della Banca di Russia, ha affermato che la Russia sta discutendo dell’impatto delle criptovalute sulla sua economia, proprio come molte altre nazioni.

Bank of Russia: la criptovaluta è un campo minato

Secondo Shvetsov, il governo è preoccupato che le criptovalute possano portare i cittadini alla rovina finanziaria.

C’è una forte possibilità che, come piramide finanziaria ad alta tecnologia, possa crollare tutto nel nulla.

Ha aggiunto che ci sono molte ragioni e modi per cui la criptovaluta potrebbe crollare e molti altre perché questo potrebbe non accadere mai, rendendolo estremamente rischioso.

Dal nostro punto di vista, è un campo minato completo.

Per prevenire la totale rovina finanziaria, la banca centrale renderà quindi più difficile per le persone acquistare criptovalute convincendo le istituzioni finanziarie ad attuare tale suggerimento.

Stiamo iniziando a collaborare con il sistema bancario per frenare i pagamenti agli exchange di criptovalute, bloccando le opportunità di acquisti impulsivi di questo tipo di prodotti.

La notizia arriva appena una settimana dopo che il governo russo ha dichiarato di non essere pronto a riconoscere Bitcoin o altre criptovalute a causa del suo colossale potenziale impatto negativo sull’economia. Tuttavia, tutti i cittadini russi e non possono comunque continuare ad acquistare criptovalute eseguendo l’accesso al sito web https://bitcoin-code.io/it/ che consente di investire in criptovalute, senza dover sborsare grandi quantità di denaro e promettendo importanti guadagni. Ma se tutto questo è reale, andrà verificato personalmente.

Intanto, il segretario stampa del presidente russo Vladimir Putin, Dmitry Peskov, ha affermato che attualmente non c’è la minima ragione per cui la Russia dovrebbe riconoscere le criptovalute.

La Russia contro le criptovalute

La Russia ha mantenuto un atteggiamento relativamente ostile nei confronti delle criptovalute. Questo nonostante Putin abbia firmato una nuova legge nel luglio 2020 per fermare i precedenti divieti e consentire l’accesso condizionale alla criptovaluta nel paese. La legge, entrata in vigore nel gennaio 2021, non consente ai cittadini e alle imprese di effettuare o ricevere pagamenti in criptovalute.

Inoltre, secondo il quotidiano economico moscovita RBK, il servizio di monitoraggio finanziario della Russia ha già commissionato lo sviluppo di un sistema di monitoraggio delle criptovalute. Ciò consentirebbe al governo di tracciare le transazioni di criptovaluta per identificare possibili attività illegali.

La comunità delle criptovalute in Russia è una delle più forti dell’Europa orientale nonostante l’ambiente ostile. I russi, appassionati di criptovalute, hanno svolto un ruolo centrale nel boom delle ICO dal 2016 al 2018.

Di conseguenza, l’interesse per le iniziative crittografiche come l’estrazione mineraria ha fatto emergere il paese come una delle potenze mondiali del settore delle criptovalute. I dati della piattaforma di analisi blockchain Chainalysis mostrano che la Russia è leader mondiale nell’adozione di criptovalute.

Sebbene l’Europa orientale possa avere solo il quarto mercato di criptovalute per volume di transazioni di tutte le regioni che analizziamo, ha anche il primo e il secondo paese nel nostro indice globale di adozione delle criptovalute: Ucraina e Russia.

Si osserva inoltre che l’adozione sta salendo alle stelle a livello di base, tra gli utenti di criptovaluta di tutti i giorni, un modello simile ad altri mercati emergenti di Crypto come l’Africa.

260