Nel weekend a Udine 378 atleti da 34 Paesi per la Coppa del Mondo Under 20

FOTO BIZZI

È tutto pronto al PalaIndoor Ovidio Bernes di Udine per la 16a edizione della Coppa del Mondo Under 20 di scherma ospitata in Friuli Venezia Giulia. Nel capoluogo friulano arriveranno nel weekend 378 atleti da 34 Paesi per il primo appuntamento schermistico internazionale del 2022. Due le prove in programma: sabato 8 gennaio a partire dalle 9.30 del mattino saliranno in pedana 217 spadisti, mentre domenica 9 gennaio, sempre alle 9.30, sarà la volta delle 161 spadiste. Le fasi finali della gara inizieranno alle ore 18.00 e saranno trasmesse sul canale YouTube della Federazione Italiana Scherma. La Coppa del Mondo Under 20 ritornerà a Udine in febbraio, domenica 20, con la prova riservata al fioretto femminile.

Protocollo Anti-Covid – L’organizzazione della gara è affidata al Comitato Organizzatore Locale, organismo parallelo al Comitato regionale FIS del Friuli Venezia Giulia, presieduto da Paolo Menis, con il supporto della Federazione Italiana Scherma, della Regione FVG, del Comune di Udine e di un pool di sponsor privati. Visto il difficile momento che il mondo sta vivendo per la pandemia da Covid-19, particolare attenzione è stata rivolta al protocollo sanitario che prevede per chiunque abbia accesso al PalaIndoor – atleti, tecnici, arbitri, ma anche staff organizzativo e volontari – un tampone negativo che verrà effettuato venerdì pomeriggio al PalaIndoor per la gara di sabato e sabato pomeriggio al PalaFidiItalia, casa dell’ASU, in previsione della gara di domenica. L’obiettivo è creare una bolla in cui tutti possano sentirsi sicuri. All’interno del palazzetto verranno mantenute distanze di sicurezza e mascherine FFP2 in tutti i momenti non agonistici.

Numeri e Atleti – Come detto, saranno 378 gli atleti al via nelle due giornate in rappresentanza di 34 Paesi. Mancheranno, di fatto, solamente statunitensi e asiatici, ma il Vecchio Continente presenterà tutte le nazionali più blasonate – Russia, Francia, Germania e Ungheria –  e a Udine gareggeranno atleti da Africa, Australia, Nord, Centro e Sud America con rappresentanti di Paesi, per citarne alcuni, come Canada, Venezuela, Brasile, Argentina, Cile, Egitto ed Emirati Arabi.
Nella spada maschile saranno presenti i primi 9 atleti del ranking internazionale. Grande attesa, ovviamente, per gli italiani con Filippo Armaleo (6° posto del ranking) che punta al bis, avendo vinto l’ultima edizione di questa gara nel 2020, ed Enrico Piatti (5°) che vorrà migliorare il bronzo conquistato sulle pedane del PalaIndoor due anni fa. Come sempre la Russia propone atleti di grande livello come Egor Lomaga (3°), Vladimir Tolasov (4°), Artem Sarkisyan (7°) e Kirill Gurov (9°). Un posto tra i favoriti spetta di diritto ai primi due atleti del ranking, gli egiziani Mohamed Elsayed – vincitore sul russo Tolasov dell’ultima prova di Coppa del Mondo U20 lo scorso 10 dicembre a Tashkent e soprattutto 8° ai Giochi Olimpici di Tokyo della scorsa estate – e Mohamed Yasseen, Vicecampione del Mondo U20 in carica.

Nella gara femminile, l’azzurra con il ranking migliore è Gaia Caforio (9a) che cercherà di salire un’ulteriore gradino sul podio di Udine, dopo il secondo posto ottenuto nell’edizione 2020. Oltre che dalle tante compagne di nazionale (20 saranno gli italiani al via sia nella prova femminile sia nella maschile), l’atleta torinese dovrà vedersela con le russe Polina Khaertdinova (1a nel ranking e Campionessa del Mondo U20 in carica) e Iana Bekmurzova (8a), l’ungherese Lili Buki (7a) e la ceca Veronika Bieleszova (4a).

Atleti FVG – In gara non ci sono schermidori regionali che rappresenteranno l’Italia ma nella prova maschile tireranno due atleti che in regione si allenano. Gabriele Babbucci gareggerà per la Slovenia ma è nato e cresciuto schermisticamente alla Ginnastica Goriziana prima di passare alla San Giusto Scherma del Maestro Stefano Delneri, mentre Matteo Wicht, svizzero di madre italiana, durante l’estate e nelle pause invernali si allena all’ASU Udine con il Maestro Roberto Piraino. 

La Storia – L’edizione che inizierà sabato al PalaIndoor è la 16a ospitata dal Friuli Venezia Giulia negli ultimi 17 anni. Le prime sette si sono disputate all’allora Villaggio Ge.Tur. di Lignano Sabbiadoro e le successive otto al PalaIndoor di Udine prima della pausa forzata nel 2021 a causa della pandemia. Nel corso degli anni sulle pedane friulane sono saliti tutti i migliori giovani talenti internazionali che hanno poi continuato la loro brillante carriera anche nelle categorie assolute. Nel palmares di questa gara figurano, citando solo alcuni italiani, Rossella Fiamingo, Arianna Errigo, Alice Volpi, Marco Fichera e Luca Curatoli, tutti atleti andati poi a medaglia alle Olimpiadi.

Accesso al PalaIndoor – Proprio per i già citati protocolli anti-Covid, quest’anno non ci sarà spazio per il pubblico all’interno del PalaIndoor ma, come detto, la gara verrà seguita dal sito e da tutti i canali social della Federazione Italiana Scherma con l’aggiornamento delle gare, la gallery fotografica live e con le finali in streaming sul canale YouTube. 

250