Pordenone: operaio uccide per errore collega di lavoro

Un operaio di 29 anni di Meduno (Pordenone) è morto a seguito di un infortunio sul lavoro avvenuto nel primo pomeriggio di oggi all’interno dell’impianto di trattamento rifiuti ‘Bioman’ di Maniago.
Per cause al vaglio dei Carabinieri, l’operaio è rimasto schiacciato dalla benna di una pala meccanica. Nonostante il tempestivo intervento delle squadre di soccorso, l’uomo è morto subito dopo l’incidente a causa delle gravi lesioni.
La vittima si chiamava Dashamir Bogdani, di Meduno (Pordenone), di Meduno (Pordenone).
La Bioman tratta la parte umida del rifiuto e serve l’intero Nordest. Da quanto si è appreso, il giovane è stato centrato in pieno da un collega – che si trova ancora in stato di choc – che azionava la benna di una pala meccanica. I due operai non erano, tuttavia, dipendenti dello stabilimento, ma di una ditta esterna che stava facendo lavori edili nei pressi di uno dei capannoni principali. La vittima, celibe, viveva con la madre e un fratello.

Lascia un commento

2.580