Bearzi

Rally: al via la Verzegnis-Sella Chianzutan 2011

verzegnisOltre 230 iscritti e di questi 83, dicansi ottantatre, sono stranieri: 53 dall’Austria, 23 dalla Germania, 3 della Repubblica Ceca, 3 dalla Slovenia e 1 dall’Ungheria. L’impatto internazionale della 41^ Verzegnis-Sella Chianzutan è fondato sui numeri e sulla credibilità oltre confine maturata grazie a una tradizione di serietà ed efficienza dell’impianto organizzativo messo in campo dalla scuderia Friuli Acu. Sono 230 le vetture che dalle 10,30 prenderanno il via per disputare la 42^ edizione della cronoscalata automobilistica  Verzegnis – Sella Chianzutan, delle quali 180 moderne e 50 storiche. E in entrambe le categorie sarà uno spettacolo vederle salire sulle rampe  del tracciato che da Ponte Landaia le porterà in Sella.
Il meglio dei piloti in gara, sia per i punti validi per il titolo italiano, sia per quello austriaco, infatti,sarà a bordo dei bolidi più tecnologici del momento. Diverse le serie in gara, a cominciare dalle auto di serie del Gruppo N, e poi dalle più sofisticate del Gruppo A, per poi arrivare al variegato Gruppo E1, con ogni sorta di marca e cilindrata, o con le modernissime Gran Turismo. Fra le più performanti poi ci sono le  Sport Prototipo, che per anni l’hanno fatta da padrone nella gare in salita, e le Formula 3000, che solo da pochissimi anni hanno scelto di  cimentarsi, con ottimi risultati, anche al di fuori della pista.
Promettono settacolo anche le monoposto del gruppo Ktm X – Bow, che disputano un campionato a sè, così come le Racing Start. Questo per  la corsa delle auto moderne.

Ma anche le storiche hanno pieno titolo per dire la loro, sia per lo spettacolo che offrono sia per la velocità che riescono a sviluppare. Chi salirà fino a Verzegnis potrà gustarsi le due De Tomaso di Kabibo e Dal Cin: una Mangusta per il primo, una Pantera per il secondo, mentre l’austriaco Ervin Kurka esibirà una Renault Alpine, regina dei rally degli anni Settanta. E ancora, una Ferrari 308 Gtb e una Porsche 934, per chiudere con 3 Osella Pa 9, e 2 Lola.

Altre prestigiose concorrenti saranno le classiche piccole Renault e Peugeot del Gruppo N, ma si segnala una vera e propria invasione delle  Mitsubishi, che sconfinano anche in Gruppo A, assieme alle Honda, alle Citroen, alle Alfa e alle Skoda, mentre il Gruppo E1, come detto, offrirà un mix incredibile comprendente varie Lancia Delta, Alfa 155, Bmw, Ford Escort Cosworth e perfino una Lamborghini Gallardo.
Ma il gruppo che farà lustrare gli occhi ai rpesenti sarà sicuramente il Gran turismo, con 2 Lotus Eleven, 3 Porsche, di cui 2 997 Gt 3 Cup, pure reduci dalla pista, altrettante Ferrari, una 430, la nuovissima 458 e una 575, per chiudere con una quindicina di Sport Prototipi e una ventina di Formula, che si contenderanno, come sempre, il successo della gara. Domani (sabato) intanto, prove ufficiali, con il via della prima manche alle 9.30, seguita immediatamente dalla seconda.

La cronoscalata sarà valida per il Challenge Internazionale Europeo Fia, la Coppa Europa della Montagna, il Trofeo Italiano di Velocità Montagna, il Campionato austriaco e le due sontuose novità costituite dalla Berg Cup tedesca e l’inedito Ktm X Bow Trophy. Ieri c’è stata la presentazione ufficiale a Udine nella Sede della Regione Friuli Venezia Giulia, ma con i modi amichevoli di una riunione tra partner del Comitato organizzatore. Perchè ormai è chiaro a tutti che solo il lavoro di squadra e la sinergia tra soggetti privati (scuderie, albergatori e ristoratori, sponsor grandi e piccoli) e pubblici (Regione, Provincia, Comune di Verzegnis, Coni) possono
dare garanzie di successo a manifestazioni che richiedono cospicui investimenti e hanno bisogno di continuità per una concreta ricaduta sul territorio. Sul piatto sportivo, la Verzegnis-Sella Chianzutan mette in evidenza lo spettacolo della Berg Cup e del trofeo Ktm, con mezzi di grande potenza che non si vedranno in altre parti d’Italia. In particolare la casa motociclistica austriaca ha prodotto la sua prima autovettura chiamandola X-bow, da leggersi crossbow, ovvero “balestra” (fonte Wikipedia), in collaborazione con l’italiana Dallara, un marchio inconfondibile per le competizioni automobilistiche. Sul fronte della sicurezza, il tracciato è stato pressochè interamente protetto con guard-rail a doppia e tripla lama, grazie a un solerte intervento dell’Amministrazione Provinciale. Ma si raccomanda in ogni caso un comportamento responsabile da parte del pubblico e l’osservanza delle regole di prudenza durante la corsa. Appuntamento quindi a Verzegnis nel fine settimana, iniziando con le verifiche sportive e tecniche di venerdì pomeriggio, due manche di
prova nella giornata di sabato e due manche di gara domenica, con start del primo concorrente alle 10.30 e gran finale nel pomeriggio con premiazioni sul palco d’arrivo a Sella Chianzutan.

facebook

Lascia un commento

563