Bearzi

Regionali 2013: 50 sottoscrizioni per candidatura Honsell, “Mi impegno su città fino a fine mandato”

16 maggio 2012 – “Ci auguriamo che sulla candidatura di Furio Honsell a presidente della Regione possano convergere tutte le forze del centrosinistra saltando il passaggio delle primarie. Altrimenti, ci saranno a ottobre le primarie di coalizione”. Lo ha detto Andrea Bellavite del Forum Gorizia, uno dei promotori dell’appello sottoscritto da una cinquantina di rappresentanti della società civile, intellettuali,associazioni, esponenti della sinistra, per sollecitare il centrosinistra Fvg e la cittadinanza a presentare Honsell come candidato alla presidenza della Regione. Alla manifestazione c’erano anche Marco Iob di Udine, Michele Negro e Didier Manga di Pordenone e Rossano Bibolo di Trieste. “Non ci contrapponiamo ai partiti – ha spiegato Bellavite – ma ci rivolgiamo alla politica e ai cittadini della regione affinché convergano sulla candidatura di Honsell, perché persona competente, intelligente e stimata”. I firmatari dell’appello hanno detto di aver già parlato con Honsell, che non si è ancora espresso ufficialmente. Tra i temi posti all’attenzione, ambiente e risorse naturali beni comuni da tutelare, immigrazione come risorsa, rilancio della cooperazione allo sviluppo e “un welfare inclusivo e non escludente”.

“Ringrazio molto per le espressioni di apprezzamento nei miei confronti i firmatari di questo appello, ma fino a fine mandato il mio impegno sarà totalmente e continuamente rivolto alla città di Udine”. Lo ha detto oggi all’ANSA il sindaco di Udine Furio Honsell, commentando l’appello firmato da esponenti del mondo del volontariato, del sindacato, dell’impegno civile e sociale, perché il centro sinistra sostenga la sua candidatura alla presidenza della Regione nel 2013

“Ammiro molto – ha proseguito Honsell – la lucidità e la forza con cui queste persone hanno posto, al di là dei nomi, dei temi molto importanti per il futuro della regione creando un’occasione di dibattito dentro il centrosinistra. Temi e percorsi – ha aggiunto – che ho peraltro sempre cercato di perseguire nel mio mandato di sindaco”. Un mandato che “non è certamente finito – ha continuato Honsell – anzi il 2012 è un anno che potrà essere difficile per i cittadini, ribadisco che il mio impegno fino alla fine del mandato sarà totale e continuo al servizio delle cittadine e dei cittadini di Udine”. Honsell è intervenuto sulle voci di una sua “arrabbiatura” in particolare con il Pd regionale. “Se sono arrabbiato – ha precisato – è contro il berlusconismo e contro il governo regionale che in questi quattro anni nei confronti di Udine ha bloccato l’accordo e i finanziamenti decisi dal governo Illy. E per i prossimi 5 anni – ha concluso – il mio impegno sarà sempre volto a favore dell’unità del centrosinistra, come lo è stato quattro anni fa”

facebook

Lascia un commento

463