RICERCA: SERRACCHIANI, SI STRINGONO COLLABORAZIONI FVG-IRAN

Teheran, 12 gen – I quattro Parchi scientifici del Friuli Venezia Giulia – AREA Science Park, Friuli Innovazione, Polo Tecnologico di Pordenone e Innova FVG – hanno concordato oggi a Teheran, nel corso della missione istituzionale guidata dalla presidente della Regione Debora Serracchiani, anche a seguito dell’incontro avuto nei giorni scorsi sempre nella capitale iraniana dalla stessa presidente con il viceministro della Ricerca e della Tecnologia Vahid Ahmadi, di intraprendere un percorso operativo comune di trasferimento di conoscenze, tecnologie e opportunità industriali con il Parco tecnologico iraniano Pardis (il principale del Paese), supportati dalla Regione e dal Dicastero della Scienza e della Tecnologia dell’Iran.

La collaborazione è incentrata in una serie di attività che avranno una ricaduta a breve e medio termine sul sistema delle imprese del Friuli Venezia Giulia e della Repubblica Islamica. I quattro Parchi del FVG hanno impostato un percorso operativo che porterà a medio termine ad aprire un canale per il trasferimento di tecnologie e l’interscambio di opportunità commerciali e industriali.

Una prima serie di attività preparatorie saranno messe in cantiere nel breve periodo, in concomitanza con le procedure attivate per la fine degli embarghi, che interesserà i primi sei mesi dell’anno in corso e si incentrerà su azioni quali:
– la mappatura e l’interscambio di informazioni tra i Parchi focalizzato sulla tipologia di imprese presenti nelle diverse realtà (settore economico, struttura societaria, ipotesi di accordi industriali e commerciali);
– una mappatura delle caratteristiche dei laboratori di ricerca e della tipologia della ricerca svolta;
– la segnalazione delle tecnologie sviluppate e dei brevetti prodotti all’interno dei Parchi regionali, evidenziando le competenze sviluppate dagli Enti stessi.

A conclusione di questa fase saranno individuate le aree di specializzazione e d’interesse su cui basare le successive attività. Una seconda fase di lavoro, dunque, che potrà essere operativa presumibilmente nella seconda parte del 2016, focalizzata su una serie di azioni d’interscambio tecnologico e commerciale:
– l’organizzazione di incontri tra le Piccole e Medie Imprese (PMI) del Friuli Venezia Giulia e dell’Iran con il fine di attivare accordi commerciali e industriali;
– il trasferimento di tecnologie nei settori ICT, nanotech e biotech;
– la comune partecipazione alle fiere internazionali presenti nell’area dell’Asia Centrale;
– l’interscambio di operatori economici, tecnologi e ricercatori;
– lo sviluppo di una serie di progetti e programmi operativi nei settori energia, green economy, agroalimentare e sviluppo rurale anche a valere sugli strumenti comunitari di assistenza esterna come, ad esempio, EuropeAid.

Il Parco Pardis, con le sue 150 PMI e nel suo ruolo di coordinatore del sistema dei Parchi tecnologici iraniani, rappresenta un interlocutore privilegiato per lo sviluppo di interscambi concreti, nonché il soggetto con cui i Parchi del Friuli Venezia Giulia stanno studiando di firmare un accordo quadro a breve termine.

Tale programma si inserisce in un contesto che da tempo vede un intenso interscambio di ricercatori ed esperti iraniani (ICTP, SISSA, ICGEB, Elettra Sincrotrone, Università di Trieste e Udine) e che dovrebbe vedere a breve anche la chiusura di alcuni importanti accordi operativi quali quello tra Sincrotrone e Governo Iraniano per l’apertura di un laboratorio gestito dall’Iran a Basovizza (Trieste) e la fornitura di tecnologie ed esperti all’Iran per la creazione del sincrotrone nazionale.

Inoltre nel contesto dell’interscambio tra PMI, è già in fase avanzata la trattativa per insediare le prime due imprese del Friuli Venezia Giulia, legate al Polo Tecnologico di Pordenone, presso il Parco Pardis.

In una successiva riunione con il direttore generale per le Tecnologie del Dicastero della Scienza Khosro Piri, è stato inoltre concordato di predisporre un programma di collaborazione tra i Parchi del FVG e lo stesso Ministero per lo sviluppo delle Linee guida del Governo Iraniano nei campi delle biotecnologie, della certificazione di qualità e del trasferimento tecnologico.

ARC/RM/PPD

Powered by WPeMatico

648