Bearzi

Serracchiani incontra la Giunta del Comune di Udine

26_07 incontro serracchiani

Emergenza richiedenti asilo, passaggio delle scuole superiori dalla Provincia al Comune, ma anche politiche di ambito socio assistenziale. Questi, in sintesi, i principali temi affrontati durante l’incontro tenutosi oggi, a Udine, a palazzo D’Aronco tra la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, e tutta la giunta comunale guidata dal sindaco Furio Honsell.

Un incontro che lo stesso primo cittadino definisce “di grande attenzione da parte della presidente, che ha così sentito dalla viva voce degli assessori le problematiche della città. Non è mai successo fino ad ora – ha proseguito Honsell – che un governatore si sedesse al tavolo della giunta comunale di Udine per ascoltare problematiche e proposte. Ringrazio la presidente – ha continuato – per questa sua attenzione al capoluogo friulano”.

La presidente ha espresso “massima disponibilità al dialogo e all’ascolto” durante l’esposizione delle problematiche illustrate dagli assessori e dal sindaco e si è detta “soddisfatta da cittadina residente”, di come è amministrata la città di Udine. Nel sottolineare il grande rilievo del capoluogo friulano nell’ambito regionale, la presidente ha assicurato che “a questo incontro con la giunta, ne seguiranno senza dubbio in futuro altri, per dare al più presto ai cittadini udinesi risposte condivise ed efficaci alle questioni evidenziate”.

Diversi, i temi affrontati, fra cui l’emergenza richiedenti asilo, fenomeno che nel capoluogo friulano ha raggiunto livelli di guardia, con oltre mille persone accolte.

Un altro tema significativo ha riguardato la dismissione delle Province e, con esse, il passaggio di gestione delle scuole superiori ai Comuni. Un trasferimento che riguarderà circa 16 mila studenti e che concerne non solo l’aspetto prettamente legato all’istruzione, ma anche al personale, all’edilizia scolastica e agli adeguamenti normativi, con il Comune che gestirà in futuro l’intero percorso scolastico, dagli asili nido alle superiori.
Infine è stato affrontato il tema dell’ambito socio assistenziale, visto che la crescente recessione economica si è tradotta spesso in un aumento dei disagi familiari che, quindi, devono essere affrontati grazie al supporto dei servizi sociali. Obiettivo primario, infatti, è riuscire a dare una risposta ai cittadini favorendo, ad esempio, la richiesta per i fondi di autonomia possibile in favore degli anziani e quelli in favore dei minori.

facebook
584