Si chiude SAFest. Edizione indimenticabile

Si conclude una “Unforgettable” edizione di SAFest, il Summer Academy Festival promosso dalla Civica Accademia che ha incantato il pubblico che in un convinto crescendo ha popolato gli spazi dell’Arena Nico Pepe in largo Ospedale Vecchio a Udine, dove giovani attori e attrici, danzatori e danzatrici, musicisti e coristi hanno trovato lo spazio per esprimersi.

 “Dove il Corpo può spaziare” è il coinvolgente titolo dell’edizione 2021 di SAFest che accanto agli eventi  (20 serate 24 spettacoli presentati una performance urbana e due Atelier internazionali) ha inglobato l’edizione numero tredici del Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro e la sezione internazionale, chiusa in bellezza dalla Nelken Line capitanata dalla storica danzatrice di Pina Bausch, Julie Anne Stanzak. L’apertura della rassegna si è svolta sotto il segno di Shakespeare che ha visto gli allievi attori cimentarsi con il testo del Bardo in lingua originale sotto la guida di Paul Goodwin. A seguire il doveroso omaggio a Dante con il Reading guidato da Paola Bonesi e La “Diabolica Commedia” dell’Arte con gli allievi impegnati in  un originale canovaccio (ideato da Claudio de Maglio che ha curato anche la regia) che in un susseguirsi di colpi di scena e imprevisti accadimenti, si riusciva a trovare il bandolo del passaggio di Dante in Friuli e il motivo della sua avversione per la lingua friulana, il tutto declinato per Amore. Con la Commedia dell’Arte la Nico Pepe ha effettuato due repliche, a Tricesimo e Pordenone presso il Teatro Verdi. Ugualmente in trasferta lo spettacolo “Nel bel mezzo di un gelido inverno” che ha fatto tappa a bagnaria Arsa e Terzo di Aquileia e infine a Udine per la Notte dei Lettori dopo aver debuttato in Vicino Lontano.

Motivo di vanto per la Civica Accademia è di aver congegnato una formula nuova per il Premio Nazionale Giovani Realtà del Teatro, “In questa situazione così difficile per il nostro settore” spiega il direttore della Pepe Claudio de Maglio “abbiamo ritenuto importante dare un segnale concreto di  affiancamento ai progetti di giovani attori e attrici e compagnie con una modalità che prevede il premio come sostegno a un progetto di spettacolo e la possibilità di presentarsi di fronte al pubblico. E’ un momento di grande gioia e intensa soddisfazione tornare a Udine nell’Accademia che li ha formati e nella quale hanno condiviso emozioni uniche, portando i loro pezzi d’artee la concretizzazione dei loro elaborati in qualità di giovani professionisti”. Il pubblico sempre generoso con le proposte di spettacolo ha seguito con partecipazione   e da quanto si è visto in scena la percezione è di aver potuto vedere all’opera i futuri protagonisti del teatro italiano.

Chiusura in crescendo con Julie Stanzak impegnata in un laboratorio di teatrodanza e a animare la Nelken Line svoltasi in collaborazione con la compagnia Arearea nell’ambito di AreaDanza.  Tra le altre collaborazioni si segnalano A.D.E.B. )per il  premio di danza contemporanea What We Are) i comuni di Bagnaria Arsa, Terzo di Aquileia, Tricesimo, il Teatro Verdi di Pordenone.

Oltre al Comune di Udine che ha inserito l’iniziativa nel programma di Udinestate,  le attività della Nico Pepe sono sostenute dalla Regione Friuli Venezia Giulia, il Ministero della Cultura e la Fondazione Friuli.

Il Comitato d’Onore del Premio annovera Massimiliano Fedriga presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, il Sindaco di Udine Pietro Fontanini, l’Assessore alla Cultura del comune di Udine Fabrizio Cigolot e per la Fondazione Friuli il presidente Giuseppe Morandini

700