Udine

Silk Way Rally 2012

Presentato a Mosca, al Ria Novosti International Press Center, il Silk Way Rally 2012, il cui tracciato ha gia’ ricevuto molti consensi da parte dei concorrenti.

E’ stato detto che ben il 70% del percorso e’ nuovo, gli organizzatori hanno riconsiderato l’evento in modo da offrire ai partecipanti un 15 % di prove speciali in piu’ ed un 40% di trasferimenti in meno.
Alcuni commenti a caldo dei piloti:
Krysztof Holowczyc, vincitore de lSilk Way Rally 20211 con la BMW X Raid Team
“Che bella notizia!Il Silk Way Rally e’ uno dei rally piu’ importanti dell’anno, dato che e’ anche la gara piu’ lunga dopo la Dakar. Questo sara’ ottimo per prepararsi, soprattutto con il mio nuovo team ed il tanto lavoro che c’e’ da fare con il nuovo motore. Inoltre l’aumento delle prove speciali e la diminuzione del trasferimenti e’ una bella cosa, potremo provare di piu’ l’auto, i meccanici avranno piu’ tempo per lavorare di notte. In aggiunto sono molto contento che ci sia piu’ sabbia nel menu, visto che devo migliorare la mia esperienza su quel terreno; non vedo l’ora di esserci…”

Stephane Peterhansel vincitore della Dakar 2012 con la Mini
“Durante la mia prima partecipazione, lo scorso anno, avevo gia’ pensato che fosse una gara favolosa, caratterizzata dalla diversita’ dei terreni.
Ma, in alcune tappe il totale dei km era piu’ alto che alla Dakar, a causa dei trasferimenti; sapere che questi trasferimenti sono stati accorciati a favore di prove speciali e’ una bella notizia, che rinforza il mio desiderio di partecipare di nuovo.”

Christian Lavielle Dessoude team, 3 volte al Silk Way Rally
“La nostra auto non e’ adatta a lunghi trasferimenti stradali, quindi e’ perfetto averne di meno. La cosa piu’ significativa e’ la novita’ relativa al tracciato e la grande presenza di sabbia, perche’, per me, piu’ ce n’e’ piu’ e’e divertente, e’ meglio. Poi questo rally-raid ci porta attraverso paesaggi sconosciuti, a scoprire nuovi terreni. Questo e’ cio’ che noi vogliamo e quest’anno le possinilita’ sono ottime e lo spirito giusto.”

Andre’ Dessoude – Team Manager
“Chiaramente, gli organizzatori hanno preso i piccoli problemi tecnici dell scorso anno in considerazione, cosi’ da aumentare l’area di sabbia e finire a Gelendzhik, visto che l’ultimo trasferimento a Sochi era una pena nel 2011. Inoltre, parlando dei paesaggi, io non penso che perderemo nulla; peri nostri clienti il rinnovo del tracciato e’ un’eccellente notizia, dato che cio’ rimette tutti sullo stesso livello di conoscenza, i piloti che partecipaeranno per la prima volta avranno buone chances di competere con coloro che hanno gia’ corso questa gara in precedenza.”

Philippe Gache, SMG team manager, vincitore della Dakar 2012 nella categoria 4×2
“Il percorso e’ sempre stato notevole, credo negli organizzatori, sono certo che ci sorprenderanno ancora! Per noi questo rally e’ molto importante. E’ una bella gara, ben organizzata, ben publiccizata. E’ il ritrovo di meta’ anno e Luglio e’ un mese perfetto. Abbiamo tempo di preparare la gara, l’auto ed il clima e’ eccellente.”

facebook
799