Bearzi

Summer Telethon – Corri con le Frecce a Rivolto

frecce-tricolori
‘Corri con le Frecce per Telethon’ il 16 maggio all’aeroporto di Rivolto

Il ds Stefano Scaini in questi giorni ha testato il percorso. Iscrizioni allargate anche agli Over 14, per permettere ai più giovani di vivere l’evento da protagonisti

Fervono i preparativi per la seconda Summer Telethon, in programma sabato 16 maggio, dalle 13 e alle 16, nell’aeroporto di Rivolto, sede del Secondo Stormo e del 313° Gruppo addestramento acrobatico Frecce Tricolori. Per questa speciale edizione della staffetta estiva – subito ribattezzata ‘Corri con le Frecce per Telethon’ – il Comitato udinese Staffette Telethon e Bnl – Gruppo Bnp Paribas, grazie all’impegno del colonnello Francesco Frare, comandante della base, e del tenente colonnello Jan Slangen, comandante della Pattuglia acrobatica nazionale, stanno mettendo a punto un calendario ricchissimo di iniziative. Quello che si preannuncia, insomma, sarà un evento da non perdere per tutti gli appassionati di podismo, ma anche per i tanti amanti della Pan. Suggellato, come da tradizione, dalla possibilità di sostenere concretamente la ricerca scientifica contro le malattie genetiche rare.
IL PROGRAMMA. Prima e durante la corsa, tutti i partecipanti potranno vivere una giornata indimenticabile all’interno dell’aeroporto militare di Rivolto. I cancelli, infatti, apriranno alle 9 per l’accesso degli atleti e del pubblico. In contemporanea e fino alla 17 (quando inizierà il deflusso in uscita), sarà possibile visitare la mostra statica di aerei e mezzi dell’Aeronautica Militare. Alle 12, uno dei momento più emozionanti ovvero l’atterraggio della Pan che farà da preludio al via della corsa, alle 13. Dalle 14 alle 16, inoltre, sono previste le esibizioni della Scuola di ginnastica artistica di Lestizza e della Banda musicale di Castions di Strada. Alle 16.30 scatteranno le premiazioni, mentre i cancelli si chiuderanno alle 18. Si ricorda che, per ragioni di sicurezza, tutte le persone che accederanno alla base militare dovranno essere munite di un documento di identità personale in corso di validità e del certificato di circolazione dei veicoli. L’accesso all’aeroporto potrebbe essere subordinato a controlli personali o sui mezzi da parte della vigilanza.
TRE FORMULE. La corsa si svilupperà su un circuito di 2.400 metri circa, appositamente predisposto all’interno dell’aeroporto militare codroipese (vedi immagine allegata) e già testato, in questi giorni, da due ‘big’ del podismo, ovvero il direttore sportivo della corsa, Stefano Scaini, e sua moglie Anna Incerti, maratoneta azzurra di livello mondiale.
Come per l’edizione 2014 – quando al via si sono presentate 236 squadre, per un totale di 907 atleti, sono previste tre formule di partecipazione: si potrà scegliere tra la modalità ‘6×30’ (ovvero una squadra di sei frazionisti che correranno per mezzora l’uno), la ‘3×1’ (con un terzetto di podisti impegnati per un’ora ciascuno) e la ‘1×3’, ovvero un unico partecipante che coprirà l’arco delle tre ore di gara.
ISCRIZIONI ALLARGATE. Mentre già fioccano le adesioni sul sito www.telethonudine.com, il Comitato, d’intesa con i vertici della base, ha deciso di ampliare la possibilità di partecipazione anche ai più giovani. Il limite minimo di età, quindi, scende dai 18 ai 14 anni, per consentire anche ai ragazzi (previa autorizzazione dei genitori) di poter vivere, da protagonisti, la manifestazione. Fino alla mezzanotte di lunedì 11 maggio, ogni responsabile potrà iscrivere una o più squadre in base alla tipologia di staffetta scelta. I primi mille atleti iscritti, riceveranno uno speciale pacco gara offerto dal punto vendita Decathlon di Udine, che potrà essere ritirato presso lo stand, ubicato in prossimità della zona partenza della Summer Telethon.
La quota di partecipazione di ogni singolo atleta – 15 euro – sarà interamente devoluta a favore della ricerca contro le malattie genetiche rare promossa da Telethon, mentre a ogni squadra sarà richiesto un contributo, in unica quota, per far fronte alle spese organizzative (20 euro per le squadre da sei, 10 per quelle da tre e 5 per i singoli concorrenti), da versare al momento del ritiro dei pettorali.
L’iniziativa, per sua natura, non è caratterizzata da aspetti agonistici, né competitivi; l’andatura è libera e il percorso non presenta criticità sotto l’aspetto dell’impegno fisico. Pertanto, la manifestazione si inserisce nel campo delle attività di tipo ludico-motorio ed è finalizzata esclusivamente alla raccolta fondi per Telethon. La normativa vigente, quindi, non obbliga alla presentazione del certificato medico, ma l’organizzazione, in particolare a chi svolge attività fisica saltuaria, consiglia di consultare il proprio medico di base prima della corsa. Sul sito www.telethonudine.com sono disponibili tutte le informazioni in merito al regolamento e al percorso.
OFFERTE ‘SPECIALI’. Per rendere completa la giornata, tutte le persone che assisteranno alla corsa come spettatori potranno usufruire del servizio bar e ristorazione all’interno della base, prestato dalla ditta La Coccinella, a prezzi assolutamente vantaggiosi. Per gli atleti, invece, sono previsti i punti ristoro curati dalla Protezione civile regionale.
IL PROGETTO DI RICERCA. I fondi raccolti permetteranno di sostenere il progetto di ricerca scientifica abbinato da quest’anno alla Staffetta udinese, per volontà della Fondazione Telethon nazionale. Si tratta di uno studio sulla malattia di Pompe, grave disfunzione metabolica di origine genetica che colpisce i muscoli, compreso il cuore. La ricerca è coordinata da Emanuele Buratti dell’Icgeb di Trieste, in collaborazione con Andrea Elena Dardis del Centro di coordinamento regionale per le malattie rare dell’Azienda ospedaliero-universitaria di Udine. Obiettivo è proprio quello di individuare nuove possibili strategie di cura per questa grave patologia.

facebook
839