Webcam

TRANSUMANZA:GRUPPO DI LAVORO CON COMUNI AREA TAGLIAMENTO E REGIONE FVG

Udine, 3 mar – Un gruppo di lavoro, con i Comuni interessati e
la Regione Friuli Venezia Giulia, per dare regole e specifiche
tecniche che orientino i pareri di compatibilità che le diverse
direzioni regionali devono esprimere in merito alla transumanza.

E’ questa in sintesi la risposta degli assessori alle Autonomie
locali e coordinamento delle riforme, comparto unico, sistemi
informativi, caccia e risorse ittiche, Paolo Panontin, e
Mariagrazia Santoro alle Infrastrutture e territorio, volta ad
affrontare le problematiche legate alla gestione degli accessi al
fiume Tagliamento e rappresentate durante l’incontro, tenutosi
oggi, nella sede della Regione Friuli Venezia Giulia a Udine, con
i sindaci dei Comuni rivieraschi e alcuni rappresentanti delle
riserve di caccia.

In particolare, le questioni segnalate hanno riguardato
l’utilizzo dell’alveo del fiume per esibizioni di mezzi fuori
strada o per escursioni con mezzi a motore e soprattutto per la
transumanza che, nel periodo tardo invernale e primaverile,
rappresenta una compromissione dello sviluppo vegetativo e
produce situazioni di difficoltà igienico sanitaria e di forte
contrasto con il mondo dell’agricoltura e delle attività
venatorie così come espresso dai sindaci intervenuti all’incontro
(Valvasone Arzene, Pinzano al Tagliamento, Spilimbergo, San
Giorgio della Richinvelda, San Martino al Tagliamento, San Vito
al Tagliamento, Morsano al Tagliamento, San Daniele del Friuli,
Dignano, Flaibano, Sedegliano, Codroipo, Camino al Tagliamento,
Cordenons).

Santoro ha ricordato come la materia della transumanza è
regolamentata dall’art. 7 comma 2 della LR 17/2009 “norma che dà
onere ai Comuni al servizio idraulica e a quello per i beni
paesaggistici per le zone Sic (Siti di importanza comunitaria)
di esprimere pareri di compatibilità sul tema; oggi essi vengono
resi in modo non coordinato quindi riteniamo opportuno dare
indirizzi congiunti che siano correlati anche con l’ispettorato
forestale per essere utili ad una gestione degli abusi più
attenta”.

Sull’accesso indiscriminato dei mezzi fuori strada, Santoro ha
indicato come l’argomento sarà oggetto di approfondimento e ha
anticipato che ci possono essere degli strumenti di polizia
rurale che possono inibire alcune zone al transito.

“Ci impegnamo – ha rimarcato Panontin – a costruire un
regolamento in concertazione con tutti i soggetti interessati e
gli assessorati competenti per ovviare ai problemi che sono stati
rappresentanti”.

“A fronte di queste criticità, dopo alcune richieste puntuali di
intervento da parte dei Comuni rivieraschi e dei rappresentanti
delle Riserve di caccia – ha precisato Panontin – abbiamo
organizzato l’incontro odierno alla presenza anche degli
assessori alla salute, Maria Sandra Telesca, alle infrastrutture
e territorio Mariagrazia Santoro che, per varie materie
d’interesse, sono coinvolti nella gestione del fiume
Tagliamento”.

Sulla parte sanitaria è stato ricordato come le greggi devono
essere negative per brucellosi e aver effettuato i trattamenti
parassitari e vaccinali del caso. Oggi, come hanno spiegato i
funzionari regionali, tutte le greggi sono ufficialmente indenni
da brucellosi, vengono trattate con antiparassitari e vaccinate
prima della partenza, quindi non vi sono problemi sanitari.
ARC/LP/ppd

Powered by WPeMatico

facebook
475