Telegram

Trieste: raggiri e furti a danno di anziani

polizia_castello
Sabato mattina in due zone periferiche della città si sono verificati due nuovi casi di raggiro a danno di persone anziane. Un uomo, dall’apparente età di circa 55/60 anni, statura media, con pantaloni e giacca da operaio, esibendo un cartellino falso e spacciandosi per dipendente Acegas, riusciva ad entrare nelle abitazioni per eseguire dei controlli all’acqua potabile. Se nel primo caso l’anziana, insospettita dalle circostanze, è riuscita a far allontanare l’uomo, nel secondo, il sedicente operaio, con la scusa di aver rilevato alcune tracce di Mercurio fuoriuscite dai rubinetti, invitava la coppia di anziani coniugi, a raccogliere tutti gli oggetti in oro per farli custodire nel freezer, evitando così che il Mercurio presente nell’acqua, li danneggiasse. Poi, distraendo i presenti, si impossessava dei gioielli, dandosi velocemente alla fuga.
Questa mattina, con le stesse modalità, altre due anziane sono state raggirate e derubate di contanti e gioielli.
Questo tipo di tecnica è già stata adottata nel recente passato per perpetrare furti all’interno degli appartamenti di anziani che vivono da soli.
Si invitano pertanto tutti i cittadini a non far entrare in casa sconosciuti per evitare di incorrere in episodi analoghi. In tutti i casi, anche quando venisse esposto un tesserino di riconoscimento, si consiglia di chiamare immediatamente il 113.
Inoltre sul sito della Polizia di Stato potranno attingere a tutte le indicazioni e consigli a tutela degli anziani e dei soggetti più deboli. Sempre sul sito si possono visionare le date degli incontri informativi che la Polizia Locale, con la collaborazione della Polizia di Stato, effettua all’interno dell’iniziativa denominata “Ocio alla TRUFFA difenditi da truffe e raggiri”, ricordando che il prossimo incontro sarà martedì 03 marzo alle ore 15.00 presso la sede della IV Circoscrizione di via Locchi.

facebook
460