* * IDEE PER I TUOI REGALI DI NATALE * * Guarda la nostra lista dei desideri * * * * * *

Turismo: Bini, accordo Pordenone-Lignano per destagionalizzazione

Lignano Sabbiadoro, 5 giu – “Il rinnovo dell’accordo tra il
Pordenone Calcio e il Comune di Lignano Sabbiadoro deve stimolare
il processo di destagionalizzazione delle attrattive della città
balneare, perché consentirà di richiamare tra la fine di questa
estate e la primavera del 2022 migliaia di tifosi da tutta
Italia, i quali verranno in Friuli Venezia Giulia al seguito
delle formazioni di Serie B per sostenere le squadre impegnate
negli incontri allo Stadio ‘Teghil’. Tale percorso di promozione,
di Lignano e non solo, sarà favorito dalla ripartenza alla quale
stiamo già assistendo nelle nostre località turistiche e
consentirà all’economia regionale di risollevarsi dalla chiusura
causata dalla pandemia”.

Lo ha evidenziato l’assessore regionale alle Attività produttive
e al Turismo, Sergio Emidio Bini, intervenendo alla Terrazza Mare
di Lignano Sabbiadoro alla firma del rinnovo del contratto di
collaborazione tra il Comune e il Pordenone Calcio.

Bini, parlando dei riflessi positivi generati dall’accordo, ha
ricordato che gli incontri di Serie B del Campionato italiano di
calcio richiamano numerosi tifosi da diverse zone del Paese e ha
evidenziato che, se le condizioni attuali potranno perdurare, la
stagione calcistica 2021-2022 concorrerà, grazie al Pordenone, a
rivitalizzare alcuni settori connessi al mondo turistico
nell’intero arco dell’anno. Anche perché nella prossima stagione
calcistica il Campionato di serie B sarà trasmesso sui canali di
Sky e ciò si rifletterà sulla promozione di una terra che ha già
confermato di essere attraente per gli ospiti italiani e
stranieri.

Infatti, nel frattempo il Friuli Venezia Giulia – come ha
ricordato Bini – sta vivendo un momento magico, caratterizzato
dal ritorno dei turisti dall’Italia e dall’estero. I quali, non
appena è stato possibile, sono ritornati nelle nostre località
per rianimare le realtà che avevano sofferto a causa della
pandemia.

Il Friuli Venezia Giulia è dunque pronto a un’estate di ripresa,
ha aggiunto Bini, con una tendenza che se sarà confermata
riporterà la nostra realtà, per quanto attiene al turismo, ai
livelli registrati nel 2019.

Alla presenza tra gli altri del presidente del Consiglio
regionale, Piero Mauro Zanin, Bini ha ribadito che il Friuli
Venezia Giulia è pronto ad accogliere anche gli ospiti sportivi
in una terra ricca di eccellenze e attrattive.

Una regione davvero sportiva – ha commentato il presidente del
Pordenone Calcio Mauro Lovisa che ha firmato l’accordo assieme al
sindaco di Lignano Luca Fanotto – nella quale il calcio ha sempre
rivestito un ruolo importante nel cuore degli sportivi e degli
appassionati. Un legame con i tifosi e non solo che si conferma
tuttora con l’Udinese Calcio, da anni in serie A, il Pordenone
calcio che milita per il terzo anno in serie B, la Triestina in
serie C.
ARC/CM/ma

Powered by WPeMatico

380