Bearzi

Udine: a Rosazzo concerto del Cafè Loti Trio – 15 giugno 2017

ajaxmailGiovedì 15 giugno all’Abbazia di Rosazzo alle 20.45 concerto in memoria di Luisa Terrenzani-Miconi, segretaria del Folk Club, a cinque anni dalla prematura scomparsa per un male incurabile.

Protagonista sarà il Café Loti Trio: Nando Citarella (voce, tammorre, chitarra battente, marranzano), Stefano Saletti (bouzouki, chitarra, percussioni, voce) e l’iraniano Pejman Tadayon (saz, oud, târ, setâr, ney, voce).

Attore e cantante lirico, Citarella si forma studiando con Eduardo De Filippo, Dario Fo, Ugo Gregoretti e Roberto De Simone, grazie ai quali fa i primi spettacoli. Dal 1986 collabora con la Rai ed è stato il “giullare” nei programmi Luna Park e La Zingara. Oltre al repertorio classico, ha fondato i Tamburi del Vesuvio, La Paranza ed ha lavorato con Lucilla Galeazzi, Enzo Gragnaniello, Riccardo Tesi e Stefano Di Battista. Già fondatore dei Novalia, Saletti è leader della Banda Ikona e direttore musicale della 7 Sóis Orkestra, che riunisce musicisti da vari paesi mediterranei. ? Dopo aver studiato l’antico repertorio classico persiano e vari strumenti tradizionali, Tadayon è giunto in Italia e ha collaborato con Massimo Ranieri, Mauro Pagani e Andrea Parodi.

Nell’antico Cafè Loti di Istanbul i viaggiatori si fermavano a parlare, si conoscevano, suonavano e cadevano le differenze tra Nord e Sud del mondo; così si incontravano le melodie, gli strumenti e i ritmi. I tre musicisti, da anni impegnati nella ricerca sulle musiche popolari del Mediterraneo e dell’Oriente, creano un progetto originale, ponte tra passato e presente, tra musica “colta” e popolare, tra tradizione occidentale e orientale. Il percorso parte dalla Spagna, incontra i trobadours francesi e le cantate popolari di Napoli e Sud d’Italia, incrocia il canto in Sabir, attraversa le antiche vie della seta, la Persia e poi diventa una musica nuova capace di emozionare e trascinare chi l’ascolta, a dimostrazione che la musica è il linguaggio del possibile, dove l’incontro con l’altro arricchisce, trasforma, innova. Così è stato per secoli prima che si innalzassero barriere e muri figli di paura e ignoranza.

Nel concerto brani di tradizione sefardita spagnola, cantigas medievali, musica classica persiana, madrigali, tarantelle, ballate.

Prenotazioni al 348-8138003 o [email protected]; prevendita biglietti a Udine all’Angolo della Musica di Via Aquileia.

facebook
1.505