Udine: Adunata alpini 2015, Fontanini “Città simbolo della Grande Guerra. Massimo appoggio dalla provincia”

udine4Sul fatto che Udine possa ospitare nel 2015 l’adunata Nazionale degli Alpini il pieno sostegno da parte della Provincia di Udine che ha accolto con entusiasmo la comunicazione ad hoc fatta da parte del presidente Pietro Fontanini nel corso della riunione dell’esecutivo di lunedì 28 gennaio. «Come noto infatti – riferisce Fontanini – il capoluogo friulano, più di ogni altra città, avrebbe pieno titolo ad ospitare l’importante manifestazione nell’anno del 100° anniversario dall’inizio della prima guerra mondiale. Proprio il Friuli è stato uno dei territori maggiormente coinvolti nella Grande Guerra. Per questo – continua Fontanini – quando il presidente della sezione di Udine Dante Soravito de Franceschi ha espresso la volontà di candidare Udine a ospitare l’adunata del 2015 abbiamo da subito dato la nostra disponibilità». Disponibilità attraverso azioni concrete, anticipa Fontanini. «Nei giorni scorsi – spiega Fontanini – abbiamo ospitato a palazzo Belgrado la presentazione delle manifestazioni per la celebrazione di un altro grande anniversario ovvero quello della campagna di Russia. Si tratta di un segnale chiaro che la Provincia ha voluto dare per confermare ancora una volta come ci sia un legame speciale con gli alpini. Il popolo friulano è molto legato alle penne nere: tutti i nostri vecchi sono stati alpini. In Provincia di Udine c’è stata la prima vittima Riccardo Di Giusto e dalla provincia di Udine è partito il feretro del milite ignoto. Tanto, troppo sangue di giovani alpini è stato versato sulle nostre montagne perché il Friuli possa ignorare i 100 anni dall’inizio della Grande Guerra. In questo caso – spiega Fontanini – nel prendere la decisione, mi auguro che i presidenti del Terzo raggruppamento, tengano conto di questi fatti. Fatti oggettivi che non possono essere ignorati. Certo – ammette Fontanini – vi sono stati tanti teatri della Grande Guerra nelle regioni di confine del nord, ma qui gli alpini sono parte di noi, del nostro popolo. E questo non può essere dimenticato: solo il fatto che qui ci sia stato il primo caduto dovrebbe essere elemento decisivo nel far divenire Udine sede dell’adunata per il 2015».
Se la decisione dovesse cadere su Udine, la Provincia sarà pronta. «Pronta ad aiutare la sezione di Udine nell’organizzazione, non solo attraverso un contributo ma anche mettendo a disposizione le nostre strutture: la Provincia – ricorda Fontanini – nel capoluogo è proprietaria di versi storici palazzi che potrebbero ospitare, come già accaduto, le esposizioni che gli alpini volessero organizzare».

557