Bearzi

Udine: Area Verde intitolata a Paola Galliussi Ceron e installazione opera Dora Bassi

Il 3 Novembre 2017 è mancata Paola Galliussi Ceron, figura pionieristica in ambito coreutico e riferimento culturale ed educativo per la nostra città; nel corso del suo operato ha avviato all’educazione della danza – intesa come “modo di essere”-  generazioni di allievi/e provenienti da tutta la Regione.

Sin dal 1964, quando ha fondato la sua prima scuola a Udine, proprio in Largo dei Pecile, Paola Galliussi Ceron ha svolto con passione e impegno indefesso la professione di insegnante di danza, coreografa e promotrice di eventi  e manifestazioni spesso con finalità benefiche e sociali.

Nell’ambito dell’arte coreutica, Paola Galliussi Ceron è stata una pioniera per le idee,  le proposte, le iniziative che ha realizzato nei lunghi anni della sua attività professionale: corsi estivi di perfezionamento regionali, un’opportunità inedita all’epoca, o i primi stages internazionali di danza negli anni ‘80, una novità assoluta, assieme ai primi grandi spettacoli di danza a favore dell’Unicef e della Croce Rossa che, grazie alla sua lungimiranza, Udine ha ospitato fin dagli anni ‘70.

Molte persone che l’hanno conosciuta e che da lei hanno ereditato un insegnamento se non proprio un  mestiere, hanno manifestato al Sindaco il desiderio di poter contare su un luogo di memoria che rappresenti degnamente il significativo legame che si era determinato e che permane tra Paola Galliussi Ceron e la cittadinanza udinese.

Il Sindaco ha raccolto le loro istanze, ed accettato la proposta che il Comune di Udine dedichi uno spazio pubblico della città per commemorarne la figura e l’opera. Il percorso è stato  avviato ufficialmente nell’aprile 2018 e alcuni mesi dopo le è stata intitolata l’area verde di Largo dei Pecile.

Successivamente la Famiglia Ceron – in accordo con la Famiglia di Dora Bassi – ha manifestato la disponibilità a donare alla Città di Udine un’opera dedicata alla sua figura e che potesse essere collocata in quell’area.

La famiglia Ceron ha quindi donato al Comune il manufatto lo scorso aprile.

La Scultura di Dora Bassi è: opera senza titolo del 1977, l’ultima opera per esterni rimasta dell’artista friulana Dora Bassi deceduta nel 2007. L’opera fa parte della sezione “Spazio e speculiarità” (1975-1980).

PAOLA GALLIUSSI CERON

Nata a Udine nel 1940, Paola Galliussi Ceron si diploma presso l’istituto magistrale “Arcivescovile”.

Segue gli studi di pianoforte sostenendo privatamente – presso il conservatorio “Tomadini”- gli esami fino al VI anno incluso; pratica in campo agonistico ginnastica artistica e pattinaggio. 

Successivamente si avvicina alla danza sotto la guida di Mariella Turitto a Venezia. 

Segue numerosi corsi di perfezionamento in Francia presso il Centre International de danse di Rosella Higthower, con la stessa Higthower, José Ferran, Raymond Franchetti e Arlette Castanier. 

Nel 1972 consegue il suo attestato di insegnante di danza con la votazione finale di 19\20 all’Université de la danse di Cannes sotto la direzione di Serge Lifar e con i docenti Nora Kiss, Rita Thalia, Jura Loboff e Suzanne Sarabelle. Segue un corso di perfezionamento sull’anatomia della danza con Jacqueline Duparc e uno sulla musica di balletto con Claude Pothier. 

Nel 1972 frequenta a Parigi un corso per insegnanti a carattere universitario condotto da Rosella Higthower e Paul Goubé; a conclusione del corso sostiene un esame con Solange Golovine e Peter Van Dick riportando come giudizio: “Travail très intelligent”. 

Nel 1976 segue il lavoro di Anna Mascolo a Lisbona tessendo con lei una proficua e fruttuosa collaborazione didattica. Lo stesso anno, promuove nella sua città il primo corso di perfezionamento sulla danza (ne seguiranno altri), proponendosi di riunire, intorno a maestri qualificati, allieve di varie scuole della regione al fine di far conoscere loro metodi e tecniche d’insegnamento differenti e altamente qualificati. Tale iniziativa contribuisce allo sviluppo della danza su tutto il territorio regionale e fornisce motivi di studio e di lavoro nel settore, ampliatosi notevolmente. 

Sempre nel 1976 fonda l’A.R.D.EB. (Associazione Regionale Danza e Balletto), gruppo culturale che  promuove il talento di giovani e promettenti danzatori provenienti da molte scuole del Friuli. Nel 1980 è la prima a promuovere lo studio della tecnica Graham in regione; tre anni dopo, attiva corsi di studio di tecnica modern-jazz grazie alla specializzazione di una sua allieva alla celebre “Hight School of performings arts” di New York a seguito della selezione di un concorso nazionale indetto dalla RAI. 

Dal 1964 al 2017 fonda e dirige a Udine un proprio centro di formazione, riconosciuto con Presa d’Atto del Ministero della Pubblica Istruzione (oggi M.I.U.R.), presso il quale ha insegnato a tutti i corsi dal 1° all’8° anno, raggruppati in cicli (propedeutico, inferiore, medio, avanzato e professionale) e riservando un’attenzione e una particolare dedizione alla formazione dei bambini. 

Nel 1987 fonda col marito Bruno l’associazione danza e balletto (ADEB) di cui fa parte quale membro del direttivo, organismo culturale di rilevanza regionale che opera nel settore del teatro di danza promuovendo un’intensa attività artistica e produttiva nell’ambito del perfezionamento, della video-danza e dell’editoria e percorrendo il confronto continuo tra linguaggi e stili del balletto. Inoltre con l’Associazione è fautrice di iniziative di forte ricaduta sociale e culturale: gemellaggi, borse di studio, Premio Alpe-Adria per giovani talenti, libri sulla danza, video-clip di danza, scambi artistici con paesi dell’Alpe-Adria, corsi di aggiornamento e iniziative legate alla solidarietà. 

Nel 1992 promuove e organizza il primo Meeting per la pace al teatro Palamostre di Udine con le città gemelle: Esslingen am Neckar (Germania), Neath Port Talbot (Gran Bretagna), Piotrkow Trybunalski (Polonia), Velenje (Slovenia), Vienne (Francia) e Villach (Austria).

Nel 1980 le viene conferito il Premio honoris causa “Friuli d’oro” per aver portato ad alti livelli tecnici e qualitativi la  danza in Friuli. Nel 1983 e nel 1984 riceve il Premio “Arabesque” Angelo del castello. Nel 2014 le viene conferito il Premio “MORET D’AUR” per i suoi 50 anni di attività artistica e pedagogica.

L’esperienza cinquantennale di Paola Galliussi Ceron, in ambito coreutico e didattico, ha figliato in Friuli, in Lombardia e in Veneto alcune realtà analoghe gestite dalle sue ex-allieve a San Daniele, Maniago, Gemona, Cividale, Tolmezzo, Casarsa, Tricesimo, Tarvisio, Codroipo, Colugna, Castions, Tarcento, Rivignano, Castelfranco, Udine, Monza etc…

In qualità di insegnante ha avuto il merito di  diffondere la danza tra i bambini come espressione educativa e ricreativa raccogliendo consensi su tutto il territorio regionale e proponendo – da vera pioniera – lo studio propedeutico alla tecnica.

ALLIEVI PROFESSIONISTI FORMATI DA PAOLA GALLIUSSI CERON

Allievi formati da Paola Galliussi Ceron sono stati ammessi e si sono diplomati presso l’Accademia Nazionale di Danza di Roma e presso la scuola di ballo del Teatro alla Scala di Milano; altri si sono perfezionati presso: Centre international de danse di Cannes (F); London School of Contemporary Dance (UK); Bolshoi di Mosca (URSS); Université de la danse di Parigi (F); Folkwang Schule di Essen (D); SiWic di Zurigo (CH); Scuola di Merce Cunningham (USA), IALS di Roma (I) e RAD di Londra . Molti di loro danzano e hanno danzato presso teatri e compagnie nazionali ed estere:

Teatro di Norimberga – D, Balletto di Oldenburg – D, Opera di Dresda – D, Compagnia di Carla Fracci – I, Opera di Zurigo – CH, Landestheaters Linz – A, Teatro di Augsburg – D, Sosta Palmizi – I, Rudra Losanna – CH, Teatro San Carlo di Napoli – I, Arena di Verona – I, Opera di Dresda – D, Compagnia Reinild Hoffmann di Bochum – D, Compagnia Vera Stasi – I, Ensamble di Micha van Hoecke – I, Teatro Giuseppe Verdi di Trieste – I, Compagnia Vittorio Biagi – I, RAW New York – USA, Compagnia Roberta Garrison – I, Compagnia Christine Brunel – D, Compagnia Kalsa di F. Monteverde – I, Teatro Massimo di Palermo – I, Theater Heidelberg – D , Spellbound Dance Company – I, Teatro di Dortmund – D, Moving Theatre.de – D, Arearea – I, Balletto di Toscana Junior-I.

CRESCERE NELLA DANZA

Dal 1974 al 1990 Paola Galliussi Ceron pubblica una rivista di danza, un numero unico, alla  cura della quale si sono alternati con passione Sebastiano De Zorzi e Mario Quargnolo: “Crescere nella danza”, raccolta di articoli, lettere opinioni, informazioni e programmi sulla danza, sulla progettazione artistica e didattica della scuola e sull’evoluzione della danza in Friuli.

SOCIALE E SOLIDARIETA’

Paola Galliussi Ceron ha organizzato e partecipato a manifestazioni pro: Scuole elementari e medie  di Udine, Comune, Provincia e Regione, AIDO, ECA, AIAS, ENARS ACLI, ANA, AGMEN, AICL, ADISCO, AISM, AMMI, FAAU, Comunità Piergiorgio, Lega friulana malattie cardiovascolari, Forze di Polizia, Comando Provinciale Militare di Udine, Circolo ufficiali, portatori di handicap, Brigata Mameli, Brigata Alpina Julia, Associazione Nazionale Carabinieri  (per le famiglie dei carabinieri morti in servizio), pro Argentina, pro alluvionati F.V.G., pro Afganistan, pro bambini iracheni, per il conflitto dell’Ex-Yugoslavia etc…

Dal 1986 al 1997 collabora col Comitato Provinciale dell’UNICEF promuovendo iniziative di solidarietà e dirigendo un gala internazionale di danza benefico i cui proventi sono destinati ai bambini dei Paesi sottosviluppati e ai bambini vittime di conflitti e calamità.

Dal 1998  co-organizza il Gala Internazionale di Danza per la CROCE ROSSA nato in collaborazione con il Comitato Femminile della C.R.I. di Udine quale unica manifestazione in Regione che ospita i migliori professionisti del balletto internazionale che si esibiscono gratuitamente per gli alti scopi della Croce Rossa Italiana. 

L’utile della serata è destinato ai bambini malati, disabili e indigenti assistiti dalla C.R.I. 

in Friuli Venezia Giulia.

DIREZIONE ARTISTICA

Fonda e dirige dal 1964 al 2013 il Festival a ricorrenza annua denominato “Festa della Danza”, un momento didattico e artistico in cui la scena è dedicata agli studenti della Scuola Ceron provenienti dalla Città e dalla Provincia di Udine affinché conservino il patrimonio artistico trasmesso attraverso il processo di formazione disciplinare: programmi per ogni livello di corso e di studio (danza classico-accademica, danza moderna, pas de deux, danza di carattere, repertorio, hip hop). Il Festival presenta il lavoro artistico e coreografico dei corsi di propedeutica, inferiori, medi e avanzati della scuola e si struttura sul lavoro perseguito durante l’anno accademico dai ragazzi e dagli insegnanti. La ricerca di nuovi percorsi stilistici e linguistici proposti ad allievi anche di livello amatoriale, costituisce il concetto di messa in scena di questo evento che raduna, ogni anno, centinaia di ragazzi preparati a esprimere le proprie capacità tecniche ed interpretative secondo i principi dell’ armonia, dell’ equilibrio e della forza. Il programma del Festival ospita spesso Maestri, studenti e coreografi ospiti dall’Italia e dall’estero.

Fonda e dirige dal 1982 al 2012 la manifestazione “Carnevale d’Amore” nata inizialmente nello spazio gotico-veneziano e “en plein air” della Loggia del Lionello per rivolgersi al pubblico scolare della città e della provincia di Udine attraverso tematiche legate al tradizionale carnevale e alla fiaba e che, ogni anno, hanno composto percorsi coreografici innervati da stili e linguaggi diversi. Dal musical all’Operetta, dalle maschere della Commedia dell’Arte al Cabaret, la manifestazione è stata patrocinata nell’arco degli anni dall’Accademia “Nico Pepe” di Udine e dai suoi direttori, Nico Pepe e Claudio De Maglio. Inoltre l’iniziativa ha realizzato residenze coreografiche ad essa collegate e gemellaggi con strutture come: Ballettschule der  Wiener Staatsoper (A), Corpo di ballo dell’Arena di Verona (I), Accademia Nazionale D’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” di Roma (I), Scuola Statale di “Danza Lujo Davico” di Belgrado (SRB), Moving.theatre Koln (D).

PARTECIPAZIONI E COLLABORAZIONI

Paola Galliussi Ceron ha collaborato e  partecipato a numerose  manifestazioni tra cui: Festival Nazionale Scuole di danza riconosciute AND (edizioni 88-89-90-91), Martignacco Estate (edizioni 88\90) Rassegna Scuole Alpe-Adria, Festival Mineo Estate, ACEAS (edizioni 93-94-95-96-97), Festival Provinciale della danza, documentario Canale5, Festival Regionale del Balletto, Cankarjev Dom Konzert di Lubiana, spettacolo del Teatro Orazero, spettacolo del Teatro all’aria, Giovani stelle dello spettacolo, ENDAS, Pro-loco, spettacolo American music in song and dance, Corpi Sensibili – danza Teatro Città.

PAOLA GALLIUSSI CERON E LO SVILUPPO DELLA PROPEDEUTICA DELLA DANZA IN FRIULI

La sua peculiare comunicazione con i più piccoli, si identifica in un metodo personale di avviamento alla disciplina della danza come momento cosciente di educazione e sviluppo. Tale metodo è testimoniato nella pubblicazione, La propedeutica della danza, edito da Publikem con il sostegno della Provincia di Udine, uno dei pochissimi testi inerenti l’argomento a livello nazionale e presentato da Giuliana Penzi direttrice per oltre un trentennio dell’ Accademia Nazionale di Danza di Roma (Istituto d’alta formazione artistica del M.I.U.R.).

Paola Galliussi Ceron, ha messo a fuoco un suo metodo d’insegnamento che si basa sulle linee guida di questa disciplina, e che al tempo stesso presenta caratteristiche personali utili a tutti gli addetti ai lavori e raccolto ne “LA PROPEDEUTICA DELLA DANZA-80 esercizi pratici di Paola Glliussi Ceron”

A cura di Giuliana Penzi, direttrice per oltre un trentennio, sin dalla fondazione, dell’Accademia Nazionale di Danza di Roma (Istituto d’Alta Formazione Artistica del M.I.U.R.), pedagoga e prima ballerina internazionale. 

facebook
832