Udine: Gazel cambia casa

Un doppio appuntamento per la moda e per l’economia udinese. Il marchio Gazèl cambia casa e si trasferisce in uno dei prestigiosi loft nelle ex acciaierie Bertoli a Udine Nord. L’appuntamento è per venerdì 10 dicembre alle 18.30, per un evento che da un lato riguarda la moda e dall’altro l’economia e l’architettura della città.

All’inaugurazione sarà presente la titolare del marchio Alessandra Verona, che ha ideato uno stile diffuso sotto diverse latitudini e presente in 350 punti vendita tra Italia, Francia, Spagna, Grecia, Giappone e Inghilterra. Il marchio, nato proprio a Udine nel 2000,  viaggia su un aumento delle vendite del 40 per cento, in contro tendenza con la crisi e quest’anno ha segnato un più 60 per cento, quando ha presentato la sua Collezione Primavera/Estate 2011 a Parigi. Il fatturato dell’azienda è di 1.880.000 euro.

Nel marzo del 2011, inoltre, unica azienda italiana del settore selezionata dalla Commissione Europea, parteciperà con altri 39 colleghi europei, alla Fashion Design Mission a Tokyo, iniziativa promossa dall’organismo dell’Unione Europea,  volta a far conoscere la moda europea e i suoi produttori alle migliori  aziende e alla stampa giapponese.

Al cinema, inoltre, la co protagonista dell’ultimo film di Aldo Giovanni e Giacomo, “La banda dei Babbi Natale” l’attrice Lucia Ocone, vestirà un total look Gazèl.

La sede dell’azienda si trasferisce da via Forni di Sotto a Udine Nord. Il loft si articola su 3 piani e su 500 metri quadri di superficie, in un complesso di archeologia industriale udinese.  L’area oggetto dell’intervento di recupero, ha avuto,  infatti, in passato, vocazione industriale, ospitando le prime attività produttive della  città costituite dagli edifici di  “Battiferro G.B. Bertoli”, opificio metallurgico di inizio secolo alimentato ad acqua tramite la roggia di Udine.

Alessandra Verona, dopo una carriera artistica internazionale, ha convogliato la sua sensibilità ed esperienza nel campo della moda occupandosi, prima, degli acquisti per il Gruppo  Arteni e poi, in prima persona,  come ideatrice del marchio Gazèl nel 2002, proponendo una visione di una  donna contemporanea  adatta a tutti i gusti e latitudini; accessori e abbigliamento portabili, confortevoli e accessibili. E non a caso Gazèl in arabo significa “bella ragazza” così come i capi proposti.

5.802