Udine: maltempo, Alta Val Torre ancora senza corrente elettrica

freddoSituazione, 6 febbraio  ore 6:30:
– I livelli di tutti i corsi d’acqua di pianura sono in diminuzione, mentre i corsi d’acqua di risorgiva si mantengono su livelli sostenuti e sono costantemente monitorati. Ancora chiusi i guadi di Murlis,
Rauscedo e quelli sul T. Malina.
In comune di Taipana, la viabilità verso le frazioni di Montemaggiore, Platischis e Prossenicco così come in comune di Attimis verso le stesse tre frazioni rimane ancora chiusa. Permane il fenomeno della galaverna. Al momento si riscontrano problematiche temporanee alla fornitura elettrica.

QUI IL VIDEO

– Permangono interruzioni della viabilità provinciale lungo la SP 99 – Fagagna, SP 55 da Pielungo a Pradis, SP 84 in comune di Majano, Sp 45 per Drenchia, SS 54 da Tarvisio per Cave del Predil, SP di Pramollo, SP
della Val Raccolana (Cave del Predil – Chiusaforte), SP da Paularo ad Arta Terme, SP della Val Aupa, SP 14 Dolegna del Collio, SP64 Pala Barzana.
– La strada comunale che dalla SR 251 raggiunge l’abitato di Casso in loc. Rui è aperta a fasce orarie (9-10 e 15-16) con presidio per pericolo valanghe.
– La situazione più critica si registra in comune di Codroipo dove sono operativi per allagamenti 6 squadre per complessivi 20 volontari, a Prata di Pordenone dove operano 3 squadre per un totale di 15 volontari e a
Cassacco dove sono attivi 5 volontari.
– Dalla nottata, il Comune di Tarvisio, ha predisposto la chiusura al traffico veicolare fino alle 19.00 di oggi 6 Febbraio c.a. di alcune vie comunali oltre alle strade comunali per località Ortigara, Oltreacqua-Sant
Antonio e strada “Del Bacino”. Disposta anche la chiusura temporanea del Mercato Comunale.
Nel complesso, a seguito di questo fronte di maltempo iniziato nel pomeriggio del 30 gennaio 2014, sono stati attivati dalla Sala Operativa Regionale 3700 volontari e tutti i tecnici della Protezione civile della
Regione.
Nella nottata hanno operato 60 volontari, impiegati in interventi per allagamenti di edifici, di prevenzione pericolo esondazione, oltre che sgombero neve nei comuni montani.

1.692