Bearzi

Udine: meeting studentesco atletica indoor – 18 mar

sport solidarietàUdine, 12 marzo 2015 – Quasi tutto pronto per  il 9° Meeting Studentesco Indoor Città di Udine, in programma il 18 marzo al Palaindoor “O. Bernes”, che si preannuncia gremito da oltre seicento tra atleti e disabili sostenuti dalle delegazioni scolastiche e delle associazioni onlus del territorio.

L’evento, organizzato dal Comitato Sport Cultura Solidarietà che da dieci anni promuove iniziative a favore del mondo della scuola e delle persone svantaggiate, darà la possibilità agli atleti che scenderanno in pista di cimentarsi nei 60m, nel salto in lungo e salto in alto. Ognuno di loro sarà chiamato non solo a dare il suo meglio in quanto i risultati conseguiti concorreranno all’assegnazione dei titoli del sesto Campionato Provinciale Studentesco Indoor e Criterium Disabili, ma anche a mettere in risalto sensibilità e spirito di integrazione, valori fondanti dello sport.

Infatti, come ricorda Giorgio Dannisi, Presidente del Comitato Sport Cultura Solidarietà, “lo spirito guida che caratterizza fin dalla prima edizione la manifestazione è quello di utilizzare lo sport quale veicolo principale per favorire l’integrazione sociale fra giovani e disabili”; proprio per questo anche il rituale d’avvio della manifestazione, con la sfilata, l’inno nazionale, la lettura del giuramento da parte di uno studente atleta ed un atleta disabile, assume un particolare significato.

“Crediamo nell’importanza di offrire ai ragazzi la possibilità di partecipare a momenti formativi ed educativi che vadano oltre a quello che si può apprendere sui banchi di scuola”, queste le parole di Stefano Stefanel, dirigente scolastico del Liceo Marinelli di Udine che collabora alla realizzazione dell’evento, che costituisce l’occasione per ricordare i proff. Amedeo Raber e Sergio Copetti, insegnanti di educazione fisica dell’istituto, prematuramente scomparsi e ricordati con affetto da alunni ed insegnanti per la loro capacità e sensibilità.

Testimonial dell’evento Eleonora Omoregie, giovane promessa azzurra del salto in alto ed alunna del liceo udinese che, unitamente ad altre scuole della provincia ed associazioni onlus, prende parte alla nona edizione del progetto di sport integrato “Dai e Vai”, che coinvolge circa centocinquanta tra studenti e disabili in appuntamenti sportivi.

Parole di plauso per la manifestazione sono state espresse da Raffaella Basana, assessore del Comune di Udine, Claudio Bardini, coordinatore dell’Ufficio Educazione Motoria, Fisica e Sportiva di Udine, enti che patrocinano l’evento unitamente alla Provincia di Udine, alla Regione Friuli Venezia Giulia e all’Ufficio Scolastico Regionale.

Ad essi si affiancano il Liceo “G. Marinelli” di Udine, l’Associazione “Il Marinelli”, Fidal FVG, CONI FVG, Comitato Italiano Paralimpico e Special Olympics Italia.
L’evento è sostenuto da Despar, Friuladria Crédit Agricole e Moroso.

facebook
613