Bearzi

Udine: omicidio Tallio, arrestato a Monza il nipote delle vittime

carabinieriIl gip del Tribunale di Monza ha integralmente accolto la richiesta della Procura della Repubblica brianzola nei confronti di Mattia Del Zotto. Il giovane è ritenuto responsabile non solo del triplice omicidio dei nonni e di una zia paterni, ma anche di tentato omicidio nei confronti di altre cinque persone: nonni materni, marito della zia deceduta, altra zia e badante dei nonni paterni. Tutti avvelenati per l’ingestione di solfato di tallio. Ulteriori dettagli saranno divulgati nel corso della conferenza stampa prevista alle 11 presso nella sede del Comando Provinciale Carabinieri di Milano, in via della Moscova, presente il procuratore della Repubblica di Monza.

“Abbiamo proceduto all’arresto per scongiurare altre possibili vittime”: in questi termini i carabinieri hanno spiegato l’arresto di Mattia Del Zotto per le morti da tallio a Nova Milanese.
I carabinieri hanno proceduto all’arresto di Mattia Del Zotto dopo aver trovato in casa sua a Nova Milanese cinque confezioni di solfato di tallio. Trovate anche le ricevute del relativo acquisto. Le confezioni, per complessivi 60 grammi, sono state acquistate a Padova. I carabinieri hanno trovato anche sul cellulare del giovane conversazioni in cui lui fa riferimento alle ricevute dell’acquisto.
Gli investigatori sono risaliti a Mattia Del Zotto seguendo le tracce di un account di posta elettronica col nome falso “Davide Galimberti” e i tabulati telefonici del suo cellulare. Grazie a queste indagini è stata ricostruita la trattativa con una azienda chimica di Padova per l’acquisto del solfato di tallio. Lo hanno detto in conferenza stampa gli inquirenti.
Il 13 settembre Mattia Del Zotto, stando alle indagini, ha inviato una email al fornitore per sollecitare la consegna del tallio e il 15 è andato fisicamente a prelevarlo in auto, come ha dimostrato anche il segnale del suo cellulare registrato dalle celle telefoniche. Ai conoscenti e parenti aveva motivato il viaggio con un colloquio di lavoro.
facebook
1.744