Bearzi

Udinese-Anzhi:Guidolin, “cambierò qualcosa, ma non sarà turn-over massiccio”. Brkic out, forse anche Totò

Le parole di Francesco Guidolin alla vigilia di Udinese – Anzhi

MANCA UNA VITTORIA UFFICIALE IN STAGIONE

Noi siamo sempre a caccia di vittoria, ma si gioca in due, non è semplice. Non andiamo come vorremmo. Di fronte abbiamo una squadra forte, ma noi ci proveremo. Dobbiamo farlo come abbiamo sempre fatto nella nostra lunga avventura.

TURN OVER

Abbiamo tante gare ravvicinate: cercheremo di onorarle al meglio delle nostre possibilità. Per quel che riguarda domani qualcosa farò, ma non sarà massiccio perché teniamo molto a questa competizione. Voglio comunque pensarci fino all’ultimo momento.

L’ANZHI

E’ una squadra molto forte, non c’è solo Eto’o. Vogliono diventare importantissimi nel panorama internazionale. Sono tra i più forti che avremmo potuto incontrare. Tatticamente giocano col 4-2-3-1, hanno un grande mister, possono cambiare pelle e sistema.

VINCERE L’EUROPA LEAGUE?

La competizione è tosta. Ieri Ancelotti, dopo la prima vittoria, ha detto che è solo il primo passo. Mi sembra saggio e umile che lo dica anch’io. Andiamo per gradi. Affrontiamo tra le più forti e cerchiamo di essere umili.

BRKIC E TOTO’

Brkic non penso sarà disponibile. Riguardo a Totò non so se giocherà dall’inizio o meno, valuterò fino all’ultimo. Certo è che non posso chiedergli un sovraccarico di lavoro del genere. E’ vero che siamo all’inizio stagione, ma devo pensare anche al futuro.

LA DIFFICILE SITUAZIONE ATTUALE

Siamo noi padroni del nostro destino, le decisioni arbitrali non contano nulla. E’ quasi un mese che giochiamo e non abbiamo mai vinto, è evidente che qualcosa non gira. Bisognerà ritrovare la cattiveria dello scorso anno, quando abbiamo saputo reagire all’eliminazione e fare un campionato straordinario. Sarà impossibile ripetere quanto fatto l’anno passato, ma possiamo sicuramente migliorare col tempo e coi ragazzi nuovi.

FOSSE STATA CHAMPIONS…

Non possiamo scrivere questa storia. Non ci pensiamo più.

IL CONFRONTO CON HIDDINK

Lo ritengo uno dei migliori al mondo. Io sono uno dei tanti. Il confronto non è fra di noi, ma fra le due squadre.

Il commento di Giampiero Pinzi

LA MENTALITA’ DEI NUOVI

Hanno altri ritmi, altre pressioni. Non possiamo pretendere una mentalità europea all’inizio, credo sia difficile per tutti.

ETO’O

Un giocatore straordinario, che all’Inter era devastante. Non c’è una formula magica per fermarlo, bisogna fargli arrivare meno palle giocabili possibili.

SECONDE LINEE

Mi sembra riduttivo come termine, sono giocatori buoni e sono tutti nostri. Siamo ancora al’inizio, è un momento difficile ma non drammatico. Con il lavoro ne usciremo fuori.

STIMOLI

Dopo l’anno passato abbiamo qualche strascico dietro, un po’ di nervosismo, ma dobbiamo guardare avanti. Ci saranno delle sfide bellissime nel girone. Liverpool credo sia il sogno di tutti. Daremo il massimo, sarebbe da sciocchi gettare al vento il lavoro fatto.

CONSIGLI AI GIOVANI

E’un avvio difficile, ma siamo una squadra diversa rispetto a due anni fa. Alla base di tutto ci deve essere il lavoro, unito alla convinzione. Poi il campo dice sempre la verità.

LA PREPARAZIONE E GLI INFORTUNI

Non c’entra la preparazione, in questo momento è un fatto di testa. In più ci aggiungiamo un inizio di campionato tosto, ma caratterialmente siamo forti e sapremo reagire sicuramente.

 Nicola Angeli

 

facebook

Lascia un commento

208