Udinese- Fiorentina 3:1, bianconeri campioni di cinismo. Le pagelle

udinese fiornetinaUdinese in sofferenza nella prima frazione di gioco: gioca male e va sotto, ma riesce a pareggiare su rigore a tempo quasi scaduto. Nel secondo tempo tiene duro e viene premiata dai guizzi dei suoi uomini di maggior classe, capitan Di Natale e Luis Muriel.

BRKIC 6 sfortunato nelle due occasioni in cui è protagonista: il gol e lo scontro con Cuadrado, dove rimedia la rottura del’ indice (dal 39° PADELLI 6 gestisce bene la situazione, mai impegnato seriamente)

HERTAUX 5,5 ha un brutto cliente come Jovetic, che memore dell’andata lo punta spesso e lo mette sotto pressione. Sul vantaggio viola Rodriguez lo beffa

DANILO  6,5  in una partita dove abbondano i piedi buoni non sfigura. Cerca pure il gol di testa e quasi lo trova

DOMIZZI  6 si conquista il rigore e tiene bene la posizione, da dove arrivano pochi pericoli

BASTA 7 manca un po’ davanti, dietro lavora per due. Anima della squadra, e i viola lo intendono subito. Sfiora la quaterna

PEREYRA 5 dovrebbe contrastare la maggiore qualità gigliata in mediana coi suoi guizzi, ma quello che fa vedere sono solo passaggi imprecisi (dal 46′ ALLAN  6,5 entra il giovane brasiliano e cambia la musica. Niente samba, ma nemmeno una rumba come nel primo tempo)

PINZI 6 soffre il palleggio avversario, molto meglio da mezzala che davanti alla difesa

LAZZARI 6,5 i suoi primi 45′ si sintetizzano con il tiraccio al 39°, nella ripresa stacca il biglietto per il 2 a 1con un esterno uguale a quello con l’Inter. La vendetta dell’ex

PASQUALE 6 il dirimpettaio Cuadrado non spinge come al solito, ma nemmeno lui ci prova. Molto attento in copertura

MURIEL 6,5 Neto gli da una grosso mano, è vero, però da quando gioca con continuità è sempre andato in rete. Ce n’era davvero bisogno(dal 77° GABRIEL SILVA SV)

DI NATALE 7,5 lo stop al volo sulla trequarti sinistra nel primo tempo vale il biglietto. Implacabile dal dischetto, letale per il colpo del 2 a 1

Nicola Angeli

463