Bearzi

Udinese: Sanchez, trequartista? Perchè no

udinese-siena-22Il Nino Maravilla, sceso in campo nei secondi quarantacinque minuti della sfida contro il Montebelluna, con le sue giocate ha entusiasmato il pubblico di Villa Santina, che gli ha regalato applausi scroscianti: “Sono contento dell’affetto dei tifosi. Credo che mi vogliano bene per il modo che ho di giocare”.Dopo una Coppa del Mondo da protagonista con la maglia del Cile come ti senti pronto per affrontare una nuova stagione? “Certamente, ho sempre e solo pensato a giocare bene e a fare il meglio per me e per la squadra. Prima era il Cile, ora à l’Udinese”.dal sito udinese.it


Cosa ti resta del Mondiale? “Si sono viste tante sorprese in Sud Africa. Pensavo che avrei potuto fare ancora di più per la mia Nazionale. Credevo di riuscire a segnare almeno un gol, ma purtroppo non è successo. Il Mondiale è un’opportunità unica, se ti trovi davanti alla porta devi buttarla dentro. Ora ho capito cos’è una Coppa del mondo”.
Dopo le tre reti nella prima stagione in Friuli, ne sono arrivate sei l’anno scorso (di cui uno in Coppa Italia). Quale obiettivo ti poni per il 2010-11? “Voglio fare dieci gol. Dipenderà da me, ma anche da quante partite giocherò. Sono migliorato molto da quando sono arrivato, mi sono avvicinato alla porta, prima rimanevo troppo lontano. Ho ancora ampi margini di crescita: nel calcio, come nella vita, c’è sempre da imparare. Quando arrivo davanti al portiere penso a tante cose, invece ne devo focalizzare una soltanto”.
Potremmo vederti giocare dietro le due punte? “Ho già fatto il trequartista in Argentina quando militavo nel River Plate, è una posizione che mi piace”.
Come procede la preparazione in Carnia? “Non la trovo diversa rispetto a quella di un anno fa. Mi trovo molto bene con lo staff tecnico. Ogni tanto mi riprendono per farmi fare gli esercizi nel modo migliore, dovrei scherzare di meno in allenamento (ride)”.
Hai conosciuto Denis? “Sì, è un bel giocatore, è stato mio avversario quando giocava con l’Independiente in Argentina”.
Dove pensi possa arrivare l’Udinese? “Non poniamoci obiettivi adesso, l’importante è dimostrare sul campo il nostro valore, non parlarne fuori”.
Cosa fai nel tempo libero? “Mi piace stare a casa. Non amo uscire e fare vita mondana, preferisco guardarmi un film in tranquillità. Il mio preferito è Rocky, ma guardo tutti i generi”.

dal sito udinese.it

facebook

Lascia un commento

223