PopSockets

25 Aprile: Honsell, ricorrenza di libertà

honsell“Il 25 aprile è la ricorrenza più importante per chi crede nella libertà, nella democrazia, nel dovere di garantire diritti civili e pari opportunità di scelta a tutti. Se l’Italia è oggi una Repubblica democratica lo dobbiamo alla Resistenza, che fu la fucina dove maturarono e si temprarono i valori e i principi espressi in quel documento di altissima civiltà che è la Costituzione italiana. Dobbiamo esserne all’altezza e non tradirla mai”. Con queste parole il sindaco di Udine, Furio Honsell, invita tutti a partecipare alla festa della Liberazione di Udine, per rinnovare, a 65 anni di distanza, “l’impegno di difendere questi valori fondamentali di civiltà, che sono tanto facili da perdere ma così difficili da riconquistare”. Le celebrazioni si svolgeranno domenica 25 aprile e sono state organizzate dal Comitato per la difesa dell’ordine democratico e delle istituzioni repubblicane, insieme all’amministrazione comunale di Udine, con il coordinamento della Prefettura.

La manifestazione comincerà alle 9.45 con il ritrovo dei partecipanti in piazza I Maggio. Quindi il corteo si muoverà dalla piazza, passando per via Portanuova, Riva Bartolini, piazzetta Marconi, via Mercatovecchio, fino a Piazza Libertà. Alle 10.30, sul terrapieno di piazza Libertà ci sarà l’alza bandiera e la deposizione della corona al Tempietto dei Caduti. La cerimonia comincerà con il discorso del sindaco di Udine, Furio Honsell, e con la lettura delle motivazioni del conferimento della medaglia al valor militare. Per la città di Cividale parlerà lo studente Matteo Cozzarolo, per Tolmezzo lo studente Marco Craighero, per Udine Pietro Pascoli, comandante partigiano osovano. Seguiranno poi i discorsi di Anna Maria Vinci, docente di Storia del Friuli Venezia Giulia nell’età moderna e contemporanea e di Ferdinando Ceschia rappresentante sindacale, che porterà la voce dei lavoratori. Alle 11.30, quindi, il corteo si muoverà da piazza Libertà, percorrendo via Cavour e via Poscolle, e raggiungerà piazzale XXVI Luglio per la deposizione della corona al Monumento della Resistenza, dove ci sarà l’intervento di Federico Pirone, laureando magistrale in Storia contemporanea.

facebook

Lascia un commento

1.358