AMBIENTE: TASK FORCE PER ANALISI P.LE ROSMINI E PINETA MINIUSSI A TS

Trieste, 3 maggio – Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste e Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente (ARPA) del FVG hanno costituito una task force  per affrontare in tempi rapidi tutte le problematiche connesse al rinvenimento di Idrocarburi Policiclici Aromatici in alcune aree a verde pubblico di Trieste (giardino di piazzale Rosmini e pineta Miniussi), in cui il sindaco di Trieste ha limitato l’accesso con una recente ordinanza.

La task force  si è costituita ufficialmente oggi (3 maggio) ed entro una settimana dovrà individuare il percorso più idoneo, sia da un punto di vista tecnico che amministrativo, per ripristinare la fruizione delle aree verdi inquinate nel più breve tempo possibile.

A tale proposito la Regione rende noto che, in fase di assestamento di Bilancio, verranno reperite le risorse aggiuntive che si dovessero rendere necessarie per un veloce risanamento ambientale delle aree inquinate.

Per quanto riguarda invece il fronte degli approfondimenti in corso sulle possibili ricadute delle emissioni della Ferriera nell’abitato di Servola, una nota dell’ARPA del FVG indica le tempistiche per il completamento – condizioni meteo permettendo – del piano di monitoraggio previsto dal Protocollo di indagine condiviso con Comune di Trieste e Azienda Sanitaria Universitaria Integrata (ASUI) di Trieste.

Il cronoprogramma prevede entro il 15 maggio la consegna dei risultati delle analisi di due ulteriori punti di monitoraggio (Scuola infanzia Don Chalvien in via Svevo e Giardino pubblico De Tommasini in via Giulia) e degli approfondimenti analitici concordati con la Provincia e l’Università di Trieste sui campioni già analizzati, necessari per comprendere la provenienza degli inquinanti.

Parallelamente l’ARPA prevede di dare avvio al campionamento dei suoli degli ultimi quattro punti previsti dal Protocollo (RSA Casa Verde; Chiesa di Servola; Scuola Statale Biagio Marin; Associazione Amici del Presepio) già a partire da oggi, martedì 3 maggio. I relativi risultati analitici saranno disponibili auspicabilmente entro il 20 maggio. A quella data sarà dunque possibile una lettura integrata e completa di tutti i dati con le conseguenti valutazioni.

L’ARPA del FVG informa inoltre che, a supporto dell’ASUI, attiverà l’Osservatorio Ambiente e Salute per una valutazione scientificamente avanzata dei dati disponibili anche ai fini sanitari.

ARC/PPD/com
 

Powered by WPeMatico

facebook
503