Bearzi

friul '81 - castionese 25 aprile 2010 dSfortunata l’Europa Sager nella lunga trasferta emiliana, certamente con un po’ più di fortuna almeno la prima partita, la squadra della Bassa Friulana poteva vincerla. È mancata quella determinazione necessaria a superare il momento difficile del settimo inning, quando la squadra di casa ha raggiunto il pareggio per poi, nell’inning successivo, trovare il vantaggio. Pensare che la prima partita era iniziata con la giusta grinta ed infatti fino al quinto gli avversari venivano controllati se non dominati dai nostri, al 5° inning l’Europa si trovava in vantaggio per 3 a 0, grazie alle  valide di Osvaldo, Fedele e Dose e alla velocità sulle basi dei giovani friulani. Con il passare del tempo però i parmensi hanno trovato quella volontà di reazione che alla fine ha dato loro ragione. Sul monte di lancio si sono succeduti prima Matteo Bertoldi e successivamente Matteo Portelli. Nel secondo incontro la gara è iniziata con la delusione dell’occasione perduta e anche se la voglia di giocare c’era tutta, non è stata sufficiente a contenere gli avversari.  C’è stato equilibrio assoluto fino al terzo inning, poi due errori, una base su ball e due valide, davano la svolta alla partita con l’Oltretorrente che conquistava 4 punti. La Sager non trovava la forza di reagire e doveva accettare la seconda sconfitta. Esordio sul monte di lancio di Davide Bertoldi, un quindicenne che promette un grande futuro nel baseball.  L’altro risultato Tomasin Padova – New Black Panthers 6-5, 6-2. La classifica: Tomasin Padova e Oltretorrente 1000, New Black Panthers 500; Europa Sager e Dragons di Castelfranco 0.
SERIE C1 BASEBALL –
JUNIOR ALPINA – DRAGONS SAN GIORGIO 7- 6
Primo ko dei Dragons di San Giorgio, battuti sul filo di lana da una coriacea Junior Alpina che è rimasta in letargo fino al 7° inning quando il punteggio vedeva i giocatori della bassa friulana meritatamente in vantaggio 5 a 0. Poi è successo l’imponderabile, anche se all’inizio dell’ultimo turno di battuta dei triestini, i Dragons erano ancora in vantaggio per 6 a 4. In quel momento le mazze giuliane hanno incrociato la pallina degli ospiti che alla fine dopo una serie di valide hanno ottenuto il punto del sorpasso e della vittoria: nonostante la sconfitta, ottime le prove sul monte di lancio di Rossetto e Perin, mentre in attacco Diego e Stefano Brach Falcomer ed Alessio Restuccia.
WHITE SOX BUTTRIO – SAN LORENZO DRAG BEARS 13 – 12.
È stato un incontro avvincente e, in certi momenti, di grande intensità. Il momento clou della gara è stato alla fine del quinto inning, con i White Sox che rovesciano il risultato. Inizia Menazzi che sventola una palla oltre la rete nella zona dell’esterno sinistro per un fuori campo solitario. Il Buttrio continua a martellare con valide di Bassan, Pascoli e Dubsky passando così in vantaggio 8 a 6. Immediata la risposta del San Lorenzo che nel sesto inning, grazie ad una valida di Veras, segna 2 punti per portare la partita in perfetta parità. I padroni di casa però non si lasciano intimorire, e, dopo il cambio del lanciatore dei Drag Bears, Volpi che rileva Maguolo, i buttriesi riprendono a legnare inanellando altri 5 punti, riportandosi così in vantaggio sul punteggio di 13 a 8, che li metteva nelle condizioni di poter gestire il finale di partita con una certa tranquillità. Nell’ottavo inning però, il San Lorenzo si scuote, Battilana riesce a limitare i danni fermando la rincorsa degli avversari, mantenendo gli Isontini sotto di una lunghezza.
TIGERS CERVIGNANO – DUCKS STARANZANO 6 – 10
Pur giocando un ottimo incontro i Tigers escono sconfitti nel confronto con Staranzano che dovrebbe essere il candidato numero 1 per la salita nella serie “B”. Un incontro deciso nei primi due inning quando i ragazzi bisiachi hanno saputo incontrare piuttosto duramente il pictcer locale che concedeva anche un paio di basi su ball, nella seconda ripresa lo Staranzano insisteva e si portava avanti per 6 a 0. Il primo risveglio dei Tigers, al terzo inning due valide (un triplo di Papai) spediscono a casa due punti. Nella sesta frazione arriva il massimo sforzo per i friulani che si avvicinano a solo due punti dagli avversari, da segnalare una battuta doppia di Michele Zuliani che porta tre punti a casa. Finale senza scossoni con gli ospiti ad incrementare il vantaggio e contenere con molta esperienza il tentativo di rimonta dei locali. Ottima la prestazione sul monte di lancio di Luca Samuele che nonostante la sua non più verde età, è sempre una colonna portante della squadra.
Classifica: Ducks Staranzano, Alpina Junior Trieste 1000, Dragons San Giorgio, White Sox Buttrio 500; Tigers Cervignano e Drag Bears di San Lorenzo 0.

SOFTBALL SERIE B:
FRIUL  ’81 – CASTIONESE 10-3; 19-12
Nel recupero della prima giornata doppia vittoria del Friul ’81 che ha ragione di una Castionese che, come pronosticato, ha reso la vita molto difficile alle ragazze della presidente Morena Bertoldi. Due incontri giocati con molta intensità, come ogni derby che si rispetti. Nella prima partita il Friul ’81 ha prevalso grazie ad un’impeccabile difesa, solo un errore, la squadra è stata sorretta dalla lanciatrice Jessica Marcatti che ha lasciato ben 9 avversarie strike out. In attacco si è battuto poco ma quelle volte erano colpi molto lunghi, Ester Marinig riusciva a compiere il giro completo delle basi grazie ad un fuoricampo interno e due doppi dell’onnipresente Jessica Marcatti. Nella seconda partita, complice il caldo e la stanchezza, le difese non hanno avuto quelle reazioni positive della gara, 22 errori equamente suddivisi. La Castionese riusciva a partire bene e al secondo inning conduceva per 10 a 9. Il Friul ’81 ha reagito prontamente sorpassando le avversarie al 3° inning consolidando nel finale il risultato. Nella Castionese da segnalare il 4 su 4 di Massimiliana Olivo (con un doppio) e Irene Stocco 2 su 4 (con due doppi). Nel Friul ’81 bene Debora Zanetto 2 su 2 (2 doppi), Jessica Marcatti (1 triplo) e Giorgia Ferigo 2 su 4 (con un triplo).
La classifica dopo le prime due giornate: Friul’81 e Sport Giovane Porpetto 1000; Junior Alpina e Castionese 0.

facebook

Lascia un commento

786