Bearzi

BUGO venerdì 6 Marzo 2020 a Pordenone


Cristian Bugatti, in arte Bugo, nasce a Rho (MI) il 2 agosto 1973 ma cresce a Cerano (NO).
Inizia a suonare la chitarra durante la leva militare: è lì che capisce che la musica è la sua strada. L’attività come solista inizia nella seconda metà degli anni ‘90 e, dopo il trasferimento a Milano, nel 2000 pubblica il primo album ufficiale: da allora, Bugo ha pubblicato 9 album, passando dal circuito indipendente fino a major come Universal e Carosello.
Nel 2002 viene eletto Artista dell’anno al MEI di Faenza, è protagonista degli Mtv Days e dell’Italia Wave nel 2009, nel 2012 il The Guardian lo inserisce tra i più grandi artisti in Italia e nel 2015 Rolling Stone tra le 100 facce della musica definendolo “l’inafferrabile rivoluzionario della canzone italiana”. Nel 2016 è tra i protagonisti del Concertone del Primo Maggio a Roma e dello Sziget Festival a Budapest.

I live di Bugo sono formidabili, il suo repertorio è esclusivamente originale. Intelligente, determinato, imprevedibile: Bugo è da sempre un pioniere della musica italiana.
Non solo cantautore, Bugo tra il 2009 e il 2014 si dedica alle arti visive, realizzando varie mostre per diverse istituzioni italiane e internazionali. Nel 2011 inoltre è attore e autore della colonna sonora del film “Missione di pace”, applauditissimo al Festival del cinema di Venezia. Ha vissuto alcuni anni a New Delhi e a Madrid.

CAPITOL: Via Mazzini 60, Pordenone
Prevendita: € 15,00 + d.d.p.
Cassa: € 18,00

BUGO
Bugo (vero nome Cristian Bugatti) nasce il 2 agosto 1973 a Rho (MI) e cresce a Cerano nel novarese, dove la famiglia si trasferisce poco dopo la sua nascita. Nel 1992 parte per il servizio militare e proprio durante la leva impara a suonare la chitarra.
Forte di questa esperienza, si trasferisce a Milano, sede delle più importanti case discografiche italiane, per tentare la fortuna.
2000 • Esce il primo album, La prima gratta, a cui segue nel 2001 Sentimento Westernato.
2002 • Firma un contratto con la Universal, debuttando sulla scena nazionale con l’album Dal lofai al cisei, che contiene l’inno generazionale Io mi rompo i coglioni. Per lui la critica musicale conia il neologismo fantautore, mentre viene eletto artista dell’anno al MEI di Faenza.
2004 • Viene pubblicato Golia & Melchiorre, doppio album che sarà censurato per i contenuti hot della copertina e del primo videoclip, seguito nel 2006 dal disco Sguardo contemporaneo.
2008 • La svolta elettronica dell’album Contatti, lancia Bugo nelle radio nazionali con i due singoli C’è crisi e Nel giro giusto. Nel 2008 è tra i protagonisti degli Mtv Days mentre l’anno successivo si esibisce sul main stage dell’edizione di Italia Wave 2009.
2011 • Esce Nuovi rimedi per la miopia lanciato dal singolo I miei occhi vedono, che è anche colonna sonora del film Missione di pace, applaudissimo al Festival del Cinema di Venezia, in cui Bugo partecipa anche in veste di attore. Dallo stesso disco viene estratto anche il singolo Comunque io voglio te, mentre il giornale britannico The Guardian inserisce Bugo tra i grandi della musica italiana.
2015 • L’artista firma con la Carosello Records; l’annuncio arriva in contemporanea con l’inserimento del suo volto tra i 100 della musica italiana nello speciale celebrativo targato Rolling Stone.
2016 • È la volta dell’album Nessuna scala da salire preceduto dal tormentone Me la godo: il disco in vinile balza al primo posto delle vendite ufficiali. Nello stesso anno Bugo è tra i protagonisti del concertone del Primo Maggio a Roma in Piazza San Giovanni e dello Sziget Festival di Budapest.
2018 • Viene consegnata ai posteri RockBugo, prima raccolta ufficiale che contiene i suoi brani più amati riarrangiati in chiave rock.
A seguire, nell’estate del 2018, inizia a lavorare al nuovo progetto e alle nuove canzoni con la collaborazione di Simone Bertolotti e Andrea Bonomo.
2019 • Bugo torna in concerto ed è tra i protagonisti di due importanti appuntamenti: Uno Maggio a Taranto e MI AMI Festival a Milano.
– Il 22 Ottobre i tipi di Rizzoli hanno pubblicato il primo romanzo di Bugo intitolato La festa del nulla, in contemporanea con la chiusura dei lavori sul nuovo album intitolato Cristian Bugatti che uscirà per Mescal Venerdì 7 Febbraio 2020 e conterrà Sincero, la canzone che Bugo porterà al Festival di Sanremo nella sua 70esima edizione, in coppia con l’amico di sempre: Morgan. Per loro, a dirigere l’orchestra a Sanremo, Simone Bertolotti che con Andrea Bonomo ha prodotto il 9° album di inediti dell’“l’inafferrabile rivoluzionario della canzone italiana”.

facebook
977