Danzando tra i popoli 2011 – Blessano 10/11 settembre

igiullaridiminturno“Danzando tra i popoli…”, il festival del folclore organizzato a Blessano di Basiliano dalla Pro Loco ProBlessano e dal Gruppo folcloristico “Danzerini Udinesi” e dedicato, nel 150° anniversario dell’unificazione nazionale, ai popoli d’Italia, prosegue sabato 10 settembre, alle 20.30, sul palcoscenico allestito nel piazzale antistante la sede della ProBlessano, con il grande spettacolo folcloristico, presentato da Claudio Moretti, che avrà per protagonisti il Gruppo folclorico “I giullari” di Minturno, il Gruppo folcloristico Val Vigezzo di Verbania e il Gruppo folcloristico “Terra do suli” di Agrigento, e i “padroni di casa”: i “Danzerini Udinesi”. Nella mattinata, alle 10.30, è prevista la sfilata dei gruppi ospiti della rassegna lungo via Manzoni a Basiliano e, alle 11, l’incontro istituzionale nella sala consiliare del Comune.

Domenica 11 settembre i sodalizi parteciperanno alla S. Messa celebrata, alle 10.30, nella Chiesa di S. Stefano di Blessano: un momento di riflessione affinché questo scambio interculturale diventi esempio di fratellanza e solidarietà tra popoli, per la diffusione della pace. Seguirà, verso le 11.30, la sfilata e una breve esibizione dei gruppi per le vie e piazze del paese, come saluto di ringraziamento alla popolazione che li ha accolti. In serata, i festeggiamenti si concluderanno con l’estrazione della lotteria (alle 20) e con intrattenimenti musicali a partire dalle 19.

Tutte le iniziative in programma si svolgeranno in un clima di ospitalità, fratellanza e pace, valori dei quali il folclore, in generale, e gli organizzatori della manifestazione, in particolare, si fanno portabandiera. Il festival del folclore blessanese, infatti, intende promuovere l’unione tra i popoli, agevolando la conoscenza reciproca delle rispettive culture. Ma un popolo non si conosce appieno se non se ne gusta la cucina: per questo, le atmosfere di tradizioni e di luoghi diversi saranno riprodotte anche attraverso i sapori di piatti tipici laziali, piemontesi e siciliani, che saranno proposti al pubblico dalle cucine allestite per l’occasione e distribuiti nei chioschi, aperti dalle 18 in ciascuna delle tre giornate in cui si articolerà il festival.
L’ingresso a tutte le iniziative, che si terranno al coperto e quindi si svolgeranno anche in caso di maltempo, è libero e gratuito.

897