Bearzi

EDILIZIA: SERRACCHIANI A SINDACATI, FVG INVESTE SU ANTISISMICA

Nel triennio stanziati 91,3 milioni per riuso e manutenzione

Udine, 6 set – La presidente del Friuli Venezia Giulia, Debora
Serracchiani, ha incontrato nella sede di Udine della Regione i
segretari generali regionali di Cgil, Cisl e Uil, Villiam
Pezzetta, Giovanni Fania e Giacinto Menis, con i quali ha
condotto una panoramica e un confronto sugli interventi compiuti
dall’Amministrazione regionale in materia di rigenerazione
edilizia anche in chiave di prevenzione antisismica e di rilancio
del comparto delle costruzioni.

Serracchiani ha evidenziato che, in un’ottica di riuso e
manutenzione, nell’ultimo triennio la Regione ha investito
complessivamente 91,3 milioni di euro per un totale 7564
interventi edilizi. Su questo totale, ben 20,6 milioni di euro
sono stati stanziati per la mitigazione antisismica, a cui vanno
aggiunti 7,2 milioni per la prevenzione sismica negli istituti
scolastici.

La legge 13/2014 ha varato il canale dei finanziamenti per il
riuso che ha messo a disposizione 21,5 milioni per il recupero di
564 alloggi privati. Se il programma di recupero delle case Ater
ha interessato 1500 alloggi di edilizia residenziale pubblica,
per un ammontare di 21,9 milioni di euro, la manutenzione
straordinaria per la messa a norma degli impianti e il risparmio
energetico ha visto finanziare 5500 domande per 27,3 milioni di
euro. L’impegno complessivo sulla rigenerazione e manutenzione,
ha rilevato Serracchiani, ha dato ossigeno al settore edilizio in
crisi.

La presidente ha anche osservato che la rispondenza degli edifici
pubblici e privati ai criteri antisismici richiede un’attività di
mappatura che deve proseguire ed essere anzi intensificata, per
disporre di un quadro certo e agire dove serve, in particolare
per quanto riguarda gli edifici pubblici.

Nell’ultimo triennio 132 Comuni del Friuli Venezia Giulia hanno
beneficiato di contributi per la micro-zonazione sismica, con
interventi che hanno riguardato 172 edifici privati e 11 edifici
strategici.

In assestamento di legge di stabilità sono stati stanziati,
inoltre, 800mila euro per le indagini sismiche a livello locale e
1 milione per gli interventi urgenti sugli edifici scolastici,
“fondo che – ha osservato la presidente della Regione – andrà
incrementato”.

Da parte dei leader delle organizzazioni sindacali confederali è
stata evidenziata la necessità di stimolare ulteriormente gli
interventi dei privati sul fronte della sicurezza e
dell’efficientamento degli edifici, valorizzando i provvedimenti
già in essere e studiando possibili nuove formule, in maniera da
dare vigore a un comparto, quello edilizio, in sofferenza. Si
tratta, secondo le sigle sindacali, di far procedere di pari
passo la sicurezza e lo stimolo al lavoro.

Serracchiani e i leader confederali, i quali avevano richiesto
l’incontro odierno, hanno convenuto sull’opportunità di
proseguire un confronto più specifico sugli altri grandi
provvedimenti, come Rilancimpresa e le misure di sostegno al
reddito, che hanno una valenza spiccata ai fini della crescita
dell’occupazione e dell’economia regionale.
ARC/PPH/fc

Powered by WPeMatico

facebook
370