Una trentina di aule in una palazzina. Un convitto nel fabbricato adiacente. La possibilità di accogliere circa 350 studenti. Una spesa complessiva di circa 11 milioni di euro, ragionevolmente attinti dai fondi del Pnrr.

Così potrebbe rinascere l’ex caserma Duodo, un’area da oltre 6mila metri quadrati nel centro di Udine, abbandonata da più di 20 anni. 

Questa mattina si è tenuto un sopralluogo alla presenza del sindaco di Udine Pietro Fontanini, degli assessori regionali Graziano Pizzimenti (edilizia scolastica) e Alessia Rosolen (istruzione), del commissario dell’Edr Augusto Viola e degli assessori comunali Loris Michelini e Francesca Laudicina.

Qual è il progetto? Riqualificare l’area e mettere in sicurezza gli edifici. Una destinazione possibile e “auspicabile” è che l’ex caserma divenga la sede dell’Uccellis, alla luce degli ampi spazi a disposizione, della posizione e del potenziale dell’area.  

Spiega Fontanini: “Si delinea una soluzione interessante e ragionevole. La struttura è in pieno centro e costituisce una soluzione che non richiede consumo del suolo. I lavori saranno fatti nel pieno rispetto dei vincoli della Soprintendenza”. 

444