Frida Kahlo ”Il Caos dentro” al Salone degli Incanti di Trieste 

Nei primi dieci giorni d’apertura, la mostra sensoriale “Frida Kahlo. Il Caos dentro” al Salone degli Incanti di Trieste è stata visitata da oltre 3.600 persone, delle quali il 60% turisti stranieri e italiani, molti in gruppo arrivati a Trieste per le visite guidate all’esposizione. “Un primo, ottimo risultato” – afferma Salvatore Lacagnina della società organizzatrice Navigare –“raggiunto anche grazie al supporto delle agenzie di viaggio, alla promozione turistica della città coordinata dal Trieste Convention and Visitors Bureau e da PromoturismoFVG con la proposta denominata “Trieste ti regala le Grandi Mostre” e l’inserimento nella FVGcard, nonché alla campagna pubblicitaria pianificata da Navigare e al buon riscontro sui media, anche nazionali. A conferma che la particolarità della mostra” – aggiunge Lacagnina, sottolineando che “Frida Kahlo. Il Caos dentro” punta tutto sulle suggestioni, proponendo un viaggio immersivo nel mondo interiore e artistico della celebre artista – “è stata ben recepita dai visitatori: proprio l’alta percentuale di turisti provenienti da tutta Italia e dall’estero testimonia come questo tipo di mostre – definite sensoriali – siano ben accolte da un pubblico abituato a questa tipologia di esposizioni, molto diffuse in tutta Europa”.
Promossa dal Comune di Trieste – Assessorato alle politiche della cultura e del turismo, con il supporto di Trieste Convention and Visitors Bureau, di PromoTurismoFVG, dell’Ambasciata del Messico in Italia – Consolato del Messico di Milano, la mostra propone al visitatore l’occasione di entrare con tutti i sensi nel variegato, sofferto, caotico e vitale universo di Frida Kahlo, con un percorso in cui vengono scandagliati diversi tratti della sensibilità e della personalità dell’eclettica artista, icona di ribellione e femminismo, di passione e di stile, in cui presenza centrale è stato il marito Diego Rivera, al quale la stessa mostra concede ampio spazio. Il Caos Dentro racconta Frida Kahlo mettendo in evidenza tanto la temperie culturale e politica in cui la pittrice visse, quanto le sue fragilità e la sua forza. Soprattutto, mette in contatto l’emotività del visitatore con quella di Frida, grazie all’uso delle moderne tecnologie immersive che rafforzano le suggestioni e avvicinano i visitatori di ogni età a una donna e artista dalla grande forza attrattiva.

Il percorso espositivo si suddivide in varie sezioni: Dipinti, litografie e riproduzioni dei celebri autoritratti, Le fotografie di Leo Matiz, Le emissioni filateliche, Lettere, diari e oggetti negli ambienti di Casa Azul, I murales messicani nelle installazioni multimediali, L’arte del vestire, Frida in video nella sala cinema 10 D.
Curata da Antonio Toribio Arévalo Villalba, Aleandra Matiz, Milagros Ancheita, Maria Rosso, “Frida Kahlo. Il Caos dentro” è prodotta e organizzata da Navigare Srl, in collaborazione con BAT Italia, ZKB e Antica Tostatura Triestina. Partner della mostra, la Fondazione Leo Matiz di Bogotà, la Galleria Planetario di Trieste, Oscar Roman, Inbal; Media Partner TriestePrima e Sky Arte; Technical Partner Effeci, Trieste Airport; Vettore ufficiale Trenitalia.

La mostra al Salone degli Incanti sarà aperta al pubblico dal 12 marzo al 23 luglio tutti i giorni, nel rispetto delle normative sanitarie in vigore, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì_09.30 | 20.30, sabato, domenica e festivi_09.30 | 21.00.
I biglietti si possono acquistare on line sui circuiti www.ticketone.it e www.etes.it o alla biglietteria del Salone degli Incanti, Riva Nazario Sauro 1,

841