Bearzi

GdF scopre evasione fiscale da 3,3 milioni di Euro

guardia-di-finanza

L’azione ispettiva dei finanzieri della Compagnia di Cividale del Friuli ha permesso di individuare circa 3,3milioni di Euro sottratti all’imposizione tributaria, accertare IVA dovuta per oltre 500mila Euro ed irrogare sanzioni per circa 660mila Euro.
Durante il consueto controllo economico del territorio finalizzato al rilevamento anche dei c.d. “beni di lusso”, i finanzieri friulani hanno rilevato nella circoscrizione del reparto la presenza, in diverse circostanze, di un’autovettura di grossa cilindrata con targa straniera. Tale particolarità, ha innescato una attività info-investigativa che ha permesso di individuare sia la proprietà del mezzo, nel caso specifico l’impresa di diritto estero, che l’abituale utilizzatore, rappresentante della medesima, che è risultato essere un cittadino italiano.
La successiva attività di verifica, ha consentito di stabilire che il soggetto in questione rappresentava, a tutti gli effetti, una società di diritto estero attraverso un’occulta stabile organizzazione, e provvedeva a concludere rapporti commerciali con clienti italiani senza che venissero assolti i pagamenti delle relative imposte al fisco italiano.
Dall’inizio dell’anno, le Fiamme Gialle Udinesi, tramite la conoscenza economica del territorio e gli elementi informatici a disposizione, hanno individuato 40 evasori totali, recuperando a tassazione oltre 10milioni di Euro; circa 1,5 milioni l’IVA dovuta riscontata.

facebook

Lascia un commento

367