Bearzi

Gemona: 3 studenti del Magrini-Marchetti vincono un premio nazionale per la prevenzione dei terremoti

20160411_130933_resized3M, società che si occupa di ricerca e innovazione ha recentemente premiato il progetto di tre studenti friulani, Chiara Piemonte, Jessica Goi e Davide Madotto dell’Istituto Magrini-Marchetti di Gemona del Friuli (UD), con il premio “3M Science. Applied to life.” I ragazzi hanno presentato al concorso “I giovani e le scienze” il progetto PRESS40 (PREvenzione Sismica nella Scuola a 40 anni dal terremoto del Friuli), una ricerca di sismologia che ha permesso di raccogliere informazioni dettagliate sulla risposta sismica del territorio locale e che si pone l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti più giovani e tutta la comunità sul tema della prevenzione contro i terremoti.
La 28esima edizione de “I giovani e le scienze” – selezione per il concorso di giovani scienziati dell’Unione Europea – è organizzata da Fast (Federazione delle Associazioni Scientifiche e Tecniche) nell’ambito del programma del Ministero dell’Istruzione “Io merito” per la valorizzazione dei talenti e delle eccellenze nel settore scientifico. L’iniziativa, sostenuta tra gli altri da 3M, si rivolge agli studenti delle scuole superiori di secondo grado e ha l’obiettivo di avvicinare i giovani alla scienza e alla ricerca, incoraggiando gli studenti più promettenti, ma soprattutto promuovendo lo spirito di innovazione e di collaborazione a livello nazionale e internazionale.
«Il rapporto tra i giovani e la scienza è un tema molto sentito tra noi di 3M, che lavoriamo ogni giorno per trovare nuove soluzioni tecnologiche per rendere migliore la vita di tutti» ha dichiarato Daniela Aleggiani, Responsabile Brand & Corporate Communications di 3M Italia.
«Oggi più che mai, l’innovazione tecnologica è il vero motore della crescita, ma non può esserci innovazione senza la passione che i giovani sanno mettere in ciò che fanno. Crediamo che sia fondamentale avvicinare i ragazzi alla scienza, e soprattutto aiutarli a sviluppare talenti e conoscenze: il futuro dell’innovazione tecnologica è tra i giovani scienziati più brillanti e creativi, che 3M sostiene e incoraggia attraverso iniziative come questa».
Il progetto vincitore del premio 3M è stato selezionato tra i 32 lavori finalisti (29 italiani e 3 provenienti da Messico, Olanda e Spagna) e gli studenti sono stati premiati alla cerimonia svoltasi lunedì 11 aprile a Milano.

facebook
1.365