Giorno della Memoria: consegnate 3 medaglie d’onore

Nella mattina di giovedì 27 gennaio, in occasione del Giorno della Memoria ha avuto luogo presso il Palazzo del Governo la consegna delle medaglie d’onore prevista dalla legge 27 dicembre 2006, n. 296, per i cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra ed ai familiari dei deceduti, concesse a tre insigniti già residenti nella provincia di Trieste.

I riconoscimenti, attribuiti con decreto del Presidente della Repubblica del 23 novembre 2021, sono stati consegnati dal Prefetto di Trieste, Annunziato Vardè, insieme al Sindaco di Trieste, Roberto Dipiazza, ed all’Assessore regionale alle Autonomie Locali, Funzione Pubblica, Sicurezza, Immigrazione, Pierpaolo Roberti, in rappresentanza del Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga.

Di seguito i nomi degli insigniti:

  • Sig. Gio Batta CARTELLI, nato a Tramonti di Sopra (Udine) il 4 maggio 1921. Internato nei campi di Leopoli, Limberg e Wietzendorf dal 12 settembre 1943 al 15 settembre 1945, deceduto in data 2013.

La medaglia è stata consegnata alla figlia Cartelli Maria Romana.

  • Sig. Vittorio MIRCOVICH, nato a Trieste il 25 agosto 1914. Internato nel campo di Wurzburg dal 1° agosto 1944 al 1° aprile 1945, deceduto in data 2003.

La medaglia è stata consegnata al figlio Lucio Mircovich.

  • Sig. Giovanni SIROCCO, nato a Cervignano del Friuli (Udine) il 7 gennaio 1916. Internato in Polonia e ad Amburgo dal 9 settembre 1943 al 1° settembre 1945, deceduto in data 1987.

La medaglia è stata consegnata alla figlia Lucia Sirocco.

La consegna delle medaglie si inserisce nell’ambito delle cerimonie organizzate nel capoluogo giuliano.

Nella prima mattinata, infatti, il Prefetto Vardé ha partecipato alla deposizione della corona presso la locale casa circondariale in ricordo dell’ultimo Questore di Fiume, Giovanni Palatucci, “Giusto tra le Nazioni”.

A seguire, è stata deposta una corona presso la stazione ferroviaria dove una lapide ricorda la partenza dei convogli dei deportati verso i campi di sterminio. 

Al termine della mattinata presso la Risiera di San Sabba di Trieste, con  la tradizionale solenne cerimonia, sono state ricordate le vittime del nazifascismo detenute e morte presso il campo di prigionia. Nell’occasione sono state deposte corone d’alloro e sono stati celebrati i riti delle confessioni religiose presenti a Trieste.

302