Bearzi

Il piano del Comune per l’emergenza caldo

«È pronto e operativo il piano del Comune di Pordenone per contrastare gli effetti del caldo» annuncia l’assessore e vicesindaco Eligio Grizzo, che ha l’incarico di occuparsi delle politiche sociali. «Abbiamo pianificato una serie di interventi, supporti e consigli indirizzati in particolare alla fascia della popolazione della terza età, considerato che è la più esposta in situazioni in cui le temperature salgono e l’afa si fa più opprimente».

Verrà distribuito un dépliant di cartoncino rigido per evitare di sgualcirlo, con una serie di utili informazioni. Per i problemi ed emergenze sanitarie oltre ai numeri della Guardia Medica e del Pronto soccorso (118), i destinatari potranno appuntare il numero di telefono del medico di famiglia.

Per le altre richieste di aiuto per gli anziani over 65, trasporto, spesa, farmacia, accompagnamento per le visite mediche in particolare per coloro che non hanno una rete famigliare di supporto, ma anche per un supporto psicologico, sono attivi diversi servizi e numeri telefonici.

Il centralino dei Servizi sociali del Comune, allo 0434/392611, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 16 è a disposizione di chi chiederà assistenza.

Nei giorni festivi e prefestivi per situazioni di emergenza telefonando allo 0434/392811 si allerterà la Polizia Locale.

A tal proposito su indirizzo in materia da parte dell’assessore Emanuele Loperfido, il comandate Arrigo Buranel ha dato disposizioni ai propri uomini di agire con particolare sensibilità se vedono persone anziane che palesano difficoltà dovute alle alte temperature, di fermarsi e chiedere se hanno bisogno di aiuto o di qualche necessità e di porsi in un atteggiamento comprensivo che trasmetta ai cittadini la consapevolezza che gli uomini in divisa sono al servizio dei cittadini.

È stata stipulata anche una convenzione con la Chiesa Cristiana Evangelista Battista che fornirà un servizio continuativo di supporto materiale ma anche di carattere spirituale. I numeri da chiamare sono: 349/8766241338/9356245340/5900148).

Infine dal 8 al 21 agosto, telefonando allo 345/6935537, l’AIFA offrirà un servizio continuativo di carattere sanitario e sociale.

Nel dépliant predisposto dal Comune, che sarà distribuito dalle associazioni, ci sono anche una serie di suggerimenti utili per contrastare il caldo.

Fra gli altri si consiglia evitare di uscire e di fare attività fisica nelle ore più dalle 11 alle 17 , gli ambienti vanno rinfrescati con ventilatori o condizionatori prestando attenzione al passaggio da ambienti caldi a quelli freddi, le finestre si oscurino di giorno e siano aperte di notte e se si è all’esterno bisogna ripararsi con cappellini e creme solari. Si raccomanda di non sostare in automobili ferme al sole e di non lasciare all’interno persone o animali. Il mal di testa può essere sintono di “colpo di sole” e in tal caso bisogna bagnarsi con acqua fresca per abbassare la temperatura del corpo. Vanno indossati indumenti chiari e comodi, di cotone o di lino tessuti che favoriscono la traspirazione e chi soffre di particolari patologie deve rivolgersi al medico.

Il caldo si combatte anche sul versante alimentare, per cui: bere molto anche se non si avverte la sete, moderare il consumo di bevande gassate o molto zuccherate, vanno evitate le bibite ghiacciate e limitato il caffè ma si consiglia di mangiare il gelato alla frutta che contiene acqua. Dietologi suggeriscono di mangiare molta frutta e verdura, di fare pasti leggeri privilegiando il pesce piuttosto che la carne e di evitare i cibi elaborati e piccanti.

Disponibile a breve una pagina dedicata nel sito del Comune.

Powered by WPeMatico

facebook
380