PopSockets

La banda ultra larga di Open Fiber a Tavagnacco

Gli ulteriori lavori di posa della fibra ottica si concluderanno entro il mese di luglio

Dopo i recenti lavori di Tim nel capoluogo, arriva a Tavagnacco la banda ultra larga di Open Fiber. Si tratta della rete passiva di fibra ottica che l’azienda di telecomunicazioni andrà a realizzare nelle “aree bianche” (zone in cui gli operatori privati di rete hanno rinunciato ad investire nel cablaggio della fibra ottica) dei Comuni che hanno siglato una convenzione con Infratel, la società in house del Ministero dello Sviluppo Economico incaricata di svolgere il ruolo di soggetto attuatore della Strategia Nazionale Banda Ultra Larga. Open Fiber opererà sul territorio comunale nell’unica zona censita dallo Stato come “area bianca” nel nostro Comune, che coincide la porzione ovest del capoluogo di Tavagnacco.

I lavori per la stesura della fibra sono partiti pochi giorni fa e verranno completati entro il mese di luglio, portando alcune necessarie modifiche alla viabilità. Per il cablaggio le squadre incaricate alla realizzazione dei lavori usufruiscono il più possibile delle infrastrutture esistenti, così da limitare gli scavi sulle strade che, ove necessari, sono realizzati per lo più con la tecnica della minitrincea.

I lavori interessano le strade pubbliche di via Branco, via dell’Asilo, via Percoto, via Matteotti (S.P. 51), via Madonnina, via G.B. Vico, viale Trieste, via G. Ellero (S.P. 51), via Reana (S.P. 51), via Tricesimo, via Tolmezzo, via Tarvisio e la S.S.13. Previa informativa ai comproprietari, saranno interessate anche le strade private di via Gemona, vicolo Mattiussi, vicolo Tommaso Campanella e via Codroipo.

Al termine verranno rilegate con la tecnologia FTTH (fibra fino alle case) 479 unità immobiliari che fanno parte del progetto ottico comune di Tavagnacco-Pagnacco, le quali prenderanno il segnale dal pcn di Moruzzo. La fibra di Open Fiber sarà a disposizione degli operatori privati che vorranno offrire servizi digitali con una portata fino a 1 Gigabit. Per poter dare alla popolazione residente tutte le istruzioni per usufruire dei servizi di connettività, sarà proposto un incontro informativo al termine dei lavori.

“Siamo molto contenti di essere riusciti, grazie anche all’impegno dei referenti di Open Fiber e dei nostri uffici, ad anticipare l’avvio dei lavori di posa della fibra ottica – commenta l’Assessore all’Innovazione Giulia Del Fabbro – che sarebbero dovuti iniziare per Tavagnacco ben più in là nel tempo, come si evince dal Piano nazionale BUL. Il capoluogo potrà presto beneficiare di un netto miglioramento di connettività grazie a questo intervento, però le tante segnalazioni dei cittadini ci ricordano che anche le altre frazioni soffrono di continui problemi di banda, soprattutto nelle zone più periferiche. È per questo che l’Amministrazione comunale continuerà a farsi portavoce dell’ingente domanda verso gli operatori di telecomunicazioni, perché implementino anche sul resto del territorio servizi adeguati di connettività, ormai divenuti essenziali nella nostra vita.”

facebook
840