La ciclovia Alpe Adria vince il premio Green Road award al Cosmobike show

Ciclovia ALPE ADRIA   076Verona –

È il Friuli Venezia Giulia con la ‘Ciclovia Alpe Adria’ la regione vincitrice dell’Italian Green Road Award 2016, l’Oscar del cicloturismo italiano organizzato da viagginbici.com e assegnato oggi alle migliori ciclovie verdi al CosmoBike Show di Veronafiere, la rassegna di riferimento sulla bicicletta in Italia in programma da oggi fino al 19 settembre. Per il presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, Debora Serracchiani, che ha ritirato il primo premio: “Dallo scorso anno, da quando cioè la nostra ciclovia ha conquistato ad Amsterdam il premio internazionale come ‘Pista ciclabile dell’anno’ abbiamo triplicato le presenze sul percorso, a riprova delle grandi potenzialità economiche del cicloturismo. Alpe Adria è la prima ciclovia del Friuli Venezia Giulia in rete con le altre 10 della regione, per un totale di 1.300km, e ciò che stiamo facendo ora è trovare accordi con altre aree, come il Veneto con cui stiamo collaborando, perché vogliamo investire sul comparto”.

La ciclovia Alpe Adria è un percorso lungo 182km (per la parte italiana) che da Grado affianca Alpi, mare e i comuni-memoria della Grande Guerra, fino arrivare a Salisburgo. Per la giuria, presieduta da Ludovica Casellati, la ‘Ciclovia Alpe Adria’ si è aggiudicata il premio anche in virtù “dell’ottimo lavoro di recupero di ferrovie dismesse e riconvertite, e degli ottimi servizi lungo tutto il percorso, con possibilità di inter mobilità (bus e treni attrezzati per il trasporto di biciclette). Natura, arte, cultura – motiva la giuria – sono gli elementi che caratterizzano il suo lungo percorso che arriva al mare”. Un esempio di cooperazione transfrontaliera per lo sviluppo della mobilità sostenibile che nasce dalla comune volontà delle tre regioni partecipanti (Regione Friuli Venezia Giulia, Land Salisburgo e Land Carinzia).

Al secondo posto l’Emilia Romagna, con la Garda-Adriatico mentre la Lombardia con il percorso ‘Valtellina bike’ conquista il bronzo in questo speciale podio del cicloturismo italiano. Menzioni speciali sono andate alla Campania con la ‘La Via Silente’ e all’Abruzzo con ‘Bike to Coast’, mentre il premio ‘Territorio Bike Friendly’ è stato assegnato all’Alto Adige con Brennero e Bolzano, lungo la Valle Isarco. Il Premio della stampa infine è andato a L’Eroica, uno dei più affascinanti itinerari toscani tra le colline, i borghi del Chianti e le Crete senesi.

L’italian Green Road Award è anche la sfida italiana lanciata alle più strutturate reti cicloturistiche europee. Una rincorsa possibile, grazie alla svolta in favore della ‘mobilità dolce’ da parte dell’Esecutivo, che ha stanziato 91mln di euro per assecondare un fenomeno da 1,5mln di presenze l’anno. Anche se il ritardo c’è: dei 44mld di euro di fatturato europeo del turismo in bicicletta, l’Italia raccoglie potenzialmente solo 3,2mld (fonte: Enit) contro i 12mld della Germania.

1.313