La Festa dei nonni della 50&Più

«Sono ancora amministratore delegato». La battuta, con il sorriso, è di Marina Bonazza de Eccher, decana dell’industria del territorio, premiata nel settore dell’economia del concorso “Nonno Più”, sesta edizione dell’iniziativa della 50&Più di Udine, l’associazione dei pensionati del commercio inserita in un sistema associativo e di servizi nato e cresciuto all’interno di Confcommercio-Imprese per l’Italia.

Con de Eccher, nella Sala Valduga della Camera di Commercio Pn-Ud, hanno ricevuto il riconoscimento l’ex calciatore dell’Udinese Luigi Delneri, per lo sport, e il presidente di Federsanità Anci Fvg Giuseppe Napoli, per il volontariato. Ma, come di consueto, c’è stato anche il premio “special”, quest’anno riservato a Benito e Giannola Nonino, con la regina della grappa che ha travolto tutti con l’abituale simpatia, accanto ad alcuni dei suoi nipoti.

«Un’altra edizione molto riuscita di una Festa che serve a ricordare il valore umano, sociale, affettivo dei nonni e più in generale della terza età», il commento del presidente della 50&Più Guido De Michielis. Sul tavolo dei relatori anche la vicepresidente nazionale dell’associazione Brigida Gallinaro, il vicepresidente di Confcommercio provinciale Alessandro Tollon, l’assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli, l’assessore comunale all’Assistenza sociale Giovanni Barillari, il vicepresidente della Fondazione Friuli Guido Nassimbeni. La mattinata, tra commozione e divertimento, con la presentazione di Silvia De Michielis, ha visto esibirsi la violinista Anna Nash e il duo musicale Barbara Errico e Andrea Castiglione. Anteprima della parte spettacolo dell’undicesima Festa dei nonni, nel pomeriggio nel Centro Congressi delle Grazie in via Pracchiuso. Un programma, presentato da Francesca Spangaro, con Broadway Dance Studio, Nash, il mentalista Simone Ravenda, la giovane talento vocale Giulia Carnieletto, la stella della canzone friulana Giulia Daici con la piccola Sofia Maria e Simone Rizzo e il clou finale con l’ex Pooh Riccardo Fogli.

443