Webcam

L’Arcivescovo di Udine celebra la Santa Messa in onore del beato Odorico da Pordenone

mazzocato-1
Anche quest’anno la Parrocchia del Carmine, nella cui chiesa sono conservate le sue spoglie, si appresta a celebrare solennemente la festa del beato Odorico. Domenica 17 gennaio anche un concerto dedicato alla pace e il 31 la presentazione del fotolibro «Odorico delle meraviglie sul suo viaggio in Oriente»

Anche quest’anno la parrocchia udinese della B.V. del Carmine si appresta a celebrare solennemente la festa del Beato Odorico da Pordenone con una Santa Messa che sarà presieduta dall’arcivescovo di Udine, mons. Andrea Bruno Mazzocato, giovedì 14 gennaio alle ore 18.30 nella chiesa del Carmine in via Aquileia, dove – in una preziosa ara trecentesca – sono conservate le spoglie del Beato. La celebrazione eucaristica sarà partecipata da tanti parrocchiani e devoti del grande missionario, in particolare anche una delegazione di parroci e fedeli da Pordenone, di conventuali da Padova e frati minori da Gemona, di francescani secolari. Saranno inoltre presenti le amministrazioni provinciale di Udine e comunali, oltre che di Udine e Pordenone, anche di Gemona del Friuli, Cividale del Friuli, Castello di Porpetto e Portogruaro, luoghi dove fra Odorico soggiornò prima della partenza missionaria per la Cina, e una rappresentanza delle comunità indiana, filippina e cinese (paesi importanti nella missione del Beato Odorico).

Da sempre per la comunità cristiana del Carmine la memoria del Beato Odorico – che come noto fu un importante missionario in Cina – riveste un significato del tutto particolare «perché – spiega il parroco, don Giancarlo Brianti – diventa occasione di verifica e stimolo ad essere Chiesa missionaria, aperta, in uscita. Capace di incontrare persone e culture provenienti da altri paesi nel segno dell’accoglienza e della fraternità; di portare il Vangelo come bella notizia dell’amore di Dio per tutti, vicini e lontani; di leggere il territorio per cogliere i segni dei tempi che la fanno crescere nella fedeltà a Gesù e nella testimonianza cristiana. Dunque un punto di riferimento per la pastorale parrocchiale e per l’identità del suo essere chiesa nel borgo e nella città».

Il programma in onore del Beato Odorico si arricchisce quest’anno di iniziative che danno ulteriori visibilità e solennità alla ricorrenza. In particolare domenica 17 gennaio, alle 17, la chiesa del Carmine ospiterà un concerto spirituale dedicato alla pace in onore del Beato Odorico, ponte tra Occidente e Oriente, con la partecipazione della violoncellista Anna Tulissi e del pianista Alessandro Feltrin e lettura di testi odoriciani scelti. Domenica 31 gennaio, alle 17.00, nella Sala dell’Oratorio parrocchiale del Carmine, si terrà invece la presentazione del fotolibro «Odorico delle meraviglie sul suo viaggio in Oriente», di recente edito dall’Associazione Cintamani di Pordenone, alla quale interverranno gli autori Paolo Cicconofri, Carlo Vurachi, Giulio Cesare Testa e la Commissione per la canonizzazione e il culto del beato.

facebook
837