Bearzi

Malignani: volontari in rete

Malignani_giovani volontari in rete4

Circa un centinaio di studenti di sette classi quarte, quattro del Liceo, due della sezione Elettronica ed una di Chimica dell’ISIS A. Malignani di Udine partecipano al progetto Volontari in rete, promosso dal MoVi (Movimento di Volontariato Italiano) Regionale e realizzato con la collaborazione di 26 tra associazioni ed altre realtà, sostenuto dal Centro Servizi e Volontariato del Friuli Venezia Giulia e dalla Regione FVG.

Sono stati gli stessi studenti, dopo alcune ore di confronto in classe riguardo ai temi della cittadinanza attiva e del volontariato, ad individuare quali attività intraprendere tra quelle offerte dalle realtà coinvolte: è prevalso quello dell’animazione con gli anziani scelto dal 30% dei ragazzi, a seguire il volontariato di emergenza (circa 25%), le situazioni di disabilità (circa il 20%) e le attività di sensibilizzazione al mercato equo solidale (20%). A seguire il doposcuola e l’intrattenimento ai bambini e le attività di sostegno a situazioni di disagio. Ognuno si sperimenterà all’interno di una delle associazioni di volontariato coinvolte nel progetto, operando una scelta per settore, luogo di svolgimento ed impegno.

Giunta al secondo anno e ideata come un “percorso”, l’attività di conoscenza e confronto con le realtà di partecipazione che operano dove i ragazzi vanno a scuola e/o vivono copre l’intero territorio regionale: da dieci anni a San Daniele del Friuli, da alcuni anni a Monfalcone, Gorizia, Spilimbergo, Maniago, Codroipo e da poco anche a Pordenone e Trieste, coinvolgendo circa 170 tra associazioni e gruppi di volontariato sociale e culturale. È un percorso già sperimentato l’anno passato che ha avuto da parte degli insegnanti e degli studenti diversi apprezzamenti e che negli anni potrebbe veder rafforzare il rapporto tra le associazioni del territorio dell’udinese e tra gli studenti ed il territorio stesso, permettendo loro di conoscere meglio le realtà che li circondano e favorendo la nascita di ulteriori percorsi di approfondimento e conoscenza delle problematiche sociali. Per molti giovani sarà anche l’occasione per sperimentarsi ed accogliere nuove opportunità di crescita e, perché no, future strade professionali.

facebook
844