Bearzi

Lazio – Udinese 3-0. Caporetto a Roma. Le Pagelle

27 novembre 2012 – Guidolin a sorpresa sceglie Wilianns centrale con Faraoni in panchina. Si parte quind icon Brkic, Coda, Danilo, Domizzi; Pereyra, Badu, Willians, Allan, Armero, Maicosuel a sostengo di Di Natale. La partita parte subito vivace con un rigore decretato per fallo di mano di Willians e parato da Brkic a Ledsma. Due minuti dopo Di Natale timbra la traversa su punizione e a seguire arriva al gol di Gonzales quando siamo al 18°. L’Udinese scompare dal campo abbandonandosi alla mercè della Lazio che al 30° raddoppia con Klose con Domizzi sostituito da Angella pochi minuti prima. Guidolin si gioca la carta Ranegie al posto dell’inguardabile Willians. Ma al 58° arriva il terzo gol biancoceleste con una bellissima punizione di Hernanes.

BRKIC 6,5: almeno lui dopo alcune prove, diciamo così, incerte si ricatta sul rigore. Forse sul secondo gol poteva uscire con decisione maggiore

CODA 5: tiene in gioco Klose sul raddoppio ma non dà mai la sensazione di sicurezza, anche quando arretrando concede il lato interno all’avversario.

dall86° HEURTAUX s.v.: entra abbastanza tardi da non prendersi l’insufficienza

DANILO 5: gli arrivano i lanzichenecchi da ogni parte e questo lo giustifica solo in parte; perde un a palla pericolosa dopo 30 secondi e sbaglia un anticipo che porta al raddoppio laziale. Nervoso nel finale, è un brutto segnale
.
DOMIZZI 5,5 : tuttosommato salva la baracca e sembra metterci il cuore anche Quando si spinge in avanti con cavalcata di 40 metri dimostra la sua voglia di non arrendersi. Si arrende però a un problema muscolare

dal 26 °ANGELLA 5,5: entra nel marasma assoluto e non aiuta a risolvere l’imbarazzo generale anche se non ha particolare colpe

PEREYRA 5: anche lui sulla destra, che poi dovrebbe essere il suo ruolo, langue schiacciato dall’aggressività della Lazio. Ha bisogno di maturare

BADU 4,5: stecca ancora una volta schierato da mezzala destra. Impreciso, fuori posizione, in coppia con Willians è come andare a scopare il fondo del mare

WILLIANS 4: se fosse un cavallo gli avrebbero già sparato. Ok, era emergenza, ma abbozzare un 4-4-2 no? Solo Guidolin crede in lui. Basta, ci è già costato la Champions; Dio solo sa perchè sia stato messo in lista UEFA. Gennaio non è lontano.

Dal 46° RANEGIE 5: non disastroso; l’ultima volta  in casa col Parma aveva perso la palla del pareggio quindi era stato pure peggio

ALLAN 5,5: primo tempo da mezzo sinistro con imbarazzi e poche idee,nella ripresa Guidolin lo rimette a casa sua.

ARMERO 5: gioca sui tristi livelli di tutta la stagione ma ciò gli consente di essere fra i migliori del centrocampo

MAICOSUEL 5meno dramma del solito da trequartista quando dimostra di essere presente più di quanto gli riesce normalmente. Nella ripresa gioca da mezzala sinistra senza mettere anima, ma ormai era inutile. Pensa che giocava Asamoah…

DI NATALE 6: due highlights: la traversa su punizione e quando “suggerisce” qualche cambio a Guidolin. Per questo secondo aspetto si merita la sufficienza. Almeno per il Guidolin di stasera che insiste ancora una volta su Willians, alla ennesima prova gravemente insufficiente di questa stagione, rimangiandosi tutto alla fine del primo tempo. Forse era l’occasione per ripiegare su 4 difensori. Far giocare Badu insieme nello stesso centrocampo non è possibile come si era visto in Svizzera e a Mosca.

facebook

Lascia un commento

425