Le bambine riposano in pace, non hanno sofferto. Non le rivedrai più.

alessia-livia-schepp
Dopo 11 giorni dalla scomparsa di Alessia e Livia Schepp, giunge una nuova tragica notizia contenuta in una lettera che è giunta a destinazione solo questa mattina.

Matthias Schepp, il 30 gennaio scorso, è arrivato a Marsiglia ed ha preso in un’agenzia di viaggio 3 biglietti per Propriano. Sul traghetto Scandola 3 testimoni hanno visto l’uomo insieme alle due bambine e una donna che era nella cabina vicina alla loro, ha raccontato di averle sentite piangere di notte.

Il destino delle due bambine si è consumato tra il 31 gennaio e il 1 febbraio.
Matthias Schepp è stato visto a nord della Corsica, nel porto di Bastia, mentre si imbarcava su una nave per Tolone ed ha preso solamente un biglietto. E’ possibile che Alessia e Livia siano state avvelenate dal papà, e che forse le abbia lasciate in Corsica.
La missiva è arrivata soltanto questa mattina e uno dei passi più inquietanti è il punto in cui l’uomo sembra confermare di aver ucciso Alessia e Livia: “Le bambine riposano in pace, non hanno sofferto. Non le rivedrai più“. Questo contenuto si aggiunge a quello di un sms, nel quale Matthias aveva scritto: “Non le porterò indietro“.

Sembra che l’uomo abbia inviato un pacco in Svizzera da un piccolo ufficio postale della Marsiglia, ma il contenuto resta ancora sconosciuto

1.897