Lignano: arriva la bicipolitana

Municipio_lignanoAlla presenza congiunta delle commissione urbanistica e viabilità, di amministratori e consiglieri comunali, rappresentanti delle società di trasporto pubblico, associazioni direttamente interessate, si è svolta nella sede del Consiglio Comunale la presentazione delle linee guida per la progettazione del futuro Piano del Traffico Urbano (PUT).
In premessa l’assessore all’Urbanistica, Polo Ciubej, ha sottolineato la ferma volontà dell’Amministrazione Comunale di adottare, fra l’altro per la prima volta, un piano che sia frutto del più alto coinvolgimento di tutti gli attori interessati in quanto strumento di valorizzazione e sviluppo turistico e miglioramento della qualità della vita della comunità lignagnese.

I progettisti del PUT, Stradivarie architetti associati (Trieste) e Logit – studio di ingegneria (Castelfranco Veneto) – hanno illustrato le prime e caratterizzanti idee che faranno parte della nuova bozza del Piano del Traffico che punta a favorire l’estensione della rete delle piste ciclabili attraverso l’organizzazione di un sistema capillare di percorsi che saranno chiamati “bicipolitana” e a sperimentare la progressiva introduzione del bike sharing, ma anche a introdurre il concetto delle zone 30, dove la precedenza viene data al pedone.
L’Amministrazione e i progettisti ricordano che il PUT deve essere inteso come un insieme coordinato di interventi finalizzati a migliorare la circolazione stradale di tutte le componenti del traffico, purché realizzabili nel breve periodo e nell’ipotesi di infrastrutture e mezzi di trasporto sostanzialmente invariati.
Per un buon esito del lavoro, l’Amministrazione comunale e i progettisti puntano, anche attraverso l’organizzazione di incontri, come quello che si è tenuto il 26 maggio, a costruire un processo di approvazione del piano auspicando la massima partecipazione e il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati. A tal fine sono stati inoltre presentati i tre questionari che sono stati predisposti dai progettisti (uno per residenti, uno per non residenti e uno anche per i turisti) che si possono compilare in pochi minuti, accedendo attraverso il link che è stato pubblicato nella homepage del sito del Comune di Lignano Sabbiadoro http://www.lignano.org/. Il questionario darà modo di capire domanda e offerta della richiesta di mobilità, ma darà anche l’occasione di esprimere le proprie idee a riguardo.
Il nuovo Piano del Traffico si pone come obiettivi prioritari: il miglioramento delle condizioni di circolazione attraverso uno studio approfondito sul trasporto pubblico locale e la mobilità dei pedoni e dei ciclisti; il miglioramento della sicurezza stradale (anche attraverso la messa in sicurezza di alcune intersezioni) e la riduzione dell’inquinamento atmosferico e acustico.

È chiaro come, dall’incontro svolto, sia emersa la volontà di andare nella direzione di un Comune più moderno che punta sulla mobilità per rendere più vivibile Lignano Sabbiadoro ai cittadini ma anche per renderla più attrattiva per i turisti, con scelte che vanno verso il miglioramento del vivere, dello stare e del visitare la cittadina rilanciando anche pezzi importanti della sua economia come il commercio e il turismo.

857