Bearzi

Link, Premio Luchetta Incontra 2016. Oltre 10.000 presenze

 

link collage per inserto r

Si conclude con ottimo successo e oltre 10mila presenze oggi – lunedi’ 25 aprile – la 2^ edizione di, il festival dell’attualità e del buon giornalismo che a Trieste ha trovato sede nella centralissima Fincantieri Newsroom di piazza della Borsa, nel cuore della città. «Certamente è stato questo uno degli ingredienti dell’ottimo riscontro e di una partecipazione persino commovente del pubblico in questi giorni, malgrado il maltempo e l’improvviso calo delle temperature con il ciclone ‘Medusa’», spiega l’organizzatore di Link, Federico Prandi, che in prospettiva del 2017 conferma la scelta di uno spazio dedicato in piazza della Borsa, e la collocazione ormai stabile in calendario nella seconda metà del mese di aprile. «Link rappresenta da quest’anno un valore aggiunto per Trieste e l’incoming turistico nel periodo di primavera: un volano prezioso perinaugurare, intorno al 25 aprile, la stagione dei grandi eventi. Fare squadra con la città e la regione è da sempre uno dei nostri obiettivi». «Con Link 2016 abbiamo coinvolto il pubblico nei temi di stretta attualità, quelli con cui tutti ci confrontiamo ogni giorno – sottolinea la curatrice del festival, Francesca Fresa – Questo ha fatto la differenza e gli spettatori ci hanno dimostrato il loro entusiasmo affollando la Newsroom resistendo anche nelle condizioni più critiche di maltempo. Con Link abbiamo portato per la prima volta i giornalisti dei Panama Papers a confronto col pubblico; abbiamo proposto leanteprime editoriali di Marcello Sorgi (Colosseo Vendesi) e del portavoce Unicef Andrea Iacomini (Il giorno dopo).  Siamo stati invasi dal pubblico per gli incontri di cartello: fra gli altri quelli con Antonio Di Bella, Franco Di Mare, Lucia Goracci, Giovanni Floris, Claudio Gentile e Alberto Cerruti, Pierluigi Battista, Gianna Schelotto e Massimo Cirri, Paolo Rumiz, Tommaso Cerno, Roberto Zaccaria. ottimi riscontri anche per gli eventi serali e soprattutto la performance con Mauro Corona, Toni Capuozzo e Gigi Maieron». «Il format di Link è stato preciso, serrato, un ritmo agile che ha permesso ad ogni spettatore di individuare i ‘suoi’ incontri e seguire il ‘suo’ festival – spiega il curatore, Giovanni Marzini – In vista del 2017 l’obiettivo è di allestire un ‘set’ sempre piu’ tecnologico: un’arena concepita come uno studio tv in presa diretta per il pubblico con talk, proiezioni e collegamenti anche transoceanici. Certamente fra i migliori successi di Link 2016 annoveriamo il format della redazione giovani: e ai primi posti nei nostri obiettivi 2017 c’è l’implemento di questa redazione, per renderla progetto stabile nell’ambito di Link: un‘officina del buon giornalismo’ alla quale vogliamo lavorare insieme alle scuole cittadine e regionali, per la formazione sul campo degli studenti». Link 2016 ha proposto 35 incontri in quattro giorni, in una tensostruttura fortemente interattiva e tecnologica: un’agorà diventata riferimento al pubblico dalle 10 alle 23 per dialoghi, talk, conversazioni sceniche, lezioni e dirette con la notizia. Sono state 80mila le visualizzazioni dei contenuti sui facebook e oltre 60mila quelle per le tre fotografie finaliste del Premio Luchetta. Quasi 10mila visualizzazioni solo per le interviste curate dalla redazione giovani. Link ha registrato su twitter oltre 102mila visualizzazioni, con punte notevolissime per i tweet intorno a Giulio Regeni, al quale la Fondazione Luchetta ha dedicato il suo Premio Speciale Luchetta 2016. Il live tweeting ha superato i 530 tweet. E sono stati 3mila gli utenti unici per lo streaming del festival sul sito del quotidiano Il Piccolo. Promosso nell’ambito della 13^ edizione del Premio Giornalistico internazionale Marco Luchetta istituito dalla Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, Link 2016, organizzato da Prandicom, ha trovato quest’anno il pieno sostegno di Fincantieri e il contributo della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune e della Camera di Commercio di Trieste. Hanno collaborato all’edizione 2016 l’Ordine dei Giornalisti FVG e la FNSI, media partner Radiounorai, Rainews 24, Rai TGR, Rai FVG e Il Piccolo.

facebook
686