Ludovico Einaudi ai Laghi di Fusine ha aperto il No Borders Music Festival

Apertura onirica e suggestiva per la 26esima edizione del No Borders Music Festival che ha preso il via questo pomeriggio con il concerto di Ludovico Einaudi ai Laghi di Fusine, i laghi di origine glaciale posti alla base della catena montuosa del Gruppo del monte Mangart, raggiungibili per i concerti solamente in bicicletta e a piedi per un’immersione totale nella natura, in grado di mostrare le sue infinite gamme di colore dipingendo il bosco e i laghi con sfumature uniche, rendendo ancora più magico questo sito, uno tra i più evocativi dell’intero comprensorio montano del Tarvisiano.

Pianista, compositore, narratore, Ludovico Einaudi è l’artista classico più ascoltato in streaming di tutti i tempi, nonché il pianista più amato e apprezzato dal pubblico in tutto il mondo e non ha tradito le attese del pubblico accorso da Italia, Austria e Slovenia cullandolo e ammaliandolo per quasi due ore con alcune delle sue sublimi composizioni da Elements Cold Wind, passando per Fuori dal Mondo e altri brani del suo ultimo inedito progetto “Seven Days Walking”, sette album nati durante una serie di passeggiate proprio in montagna, tra movimento e riflessioni.

In un pomeriggio caldo e secco di montagna Einaudi, accompagnato da Federico Mecozzi al violino e Redi Hasa al violoncello, ha saputo far riappacificare il suo pubblico con la dimensione dal vivo della musica, che da troppo tempo era mancata nella sua forma più spontanea e rilassata. Così ha preso il via l’edizione 2021 del No Borders Music Festival che proseguirà nella giornata di domani con Colapesce e Dimartino, due dei migliori cantautori di nuova generazione, rivelazione assoluta dell’ultimo Festival di Sanremo con la hit “Musica leggerissima”, già certificata quattro volte disco di platino, in vetta a tutte le classifiche streaming e radiofoniche da oltre due mesi, che ai Laghi di Fusine si esibiranno alle 2 del pomeriggio in chiave acustica celebrando i dieci anni delle loro carriere. La musica suonerà già dalle 11 del mattino con i set di Emma Nolde e del pianista Angelo Trabace, mentre la giornata verrà chiusa dal pianista e produttore Dardust.

Il No Borders Music Festival è organizzato dal Consorzio di Promozione Turistica del Tarvisiano, Sella Nevea e Passo Pramollo, in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia, PromoTurismoFVG, Fondazione Friuli, Crédit Agricole Friuladria, BIM, Comune di Tarvisio, Allianz Assicurazioni, il Comune di Chiusaforte, Idroelettrica Valcanale, Gore-Tex, Birra Pilsner Urquell, ProntoAuto e Mastertent. Media partner Radio Deejay e Sky Arte. Tutte le info sul sito www.nobordersmusicfestival.com     

   

                                                       

709